martedì 13 Novembre 2012

Basket Legadue: il Punto sulla sesta giornata di andata (di Gianni Federico)

La sesta giornata di andata del campionato di Legadue di basket non ha riservato grandi sorprese tranne che la Biancoblu Bologna si è confermata un rullo compressore: la squadra di coach Stefano Salieri è imbattuta dopo la vittoria su Trento e comanda la Legadue in condominio con Pistoia, che passa al supplementare a Imola. Casale Monferrato cade in casa contro Barcellona, i piemontesi vengono raggiunti da Scafati vincente al supplementare contro Veroli, Trieste espugna Capo d’Orlando e Brescia batte Verona. Davanti a Giorgio Seragnoli, storico proprietario della Fortitudo dei due scudetti e delle 10 finali in 11 anni, la Biancoblu deve vincere due volte contro Trento (che eliminò i bolognesi in Coppa di Legadue). Pecile (19 con 12/13 ai liberi) e Cournooh (18) ma anche Mosley (13 rimbalzi) guidano il comodo +15 (57-42) di fine terzo quarto, qui la Biancoblu si addormenta, e con Elder (14) e Dordei (18) gli ospiti arrivano al sorpasso (62-63) al 38′, la squadra di Salieri con i liberi di Verri e una tripla di Pecile manda ko Trento.

L’Aget Imola non riesce a sbloccare lo zero in classifica e la provad’orgoglio contro Pistoia non è sufficiente per vincere 75-76. Lo scatenato Marigney (27) dà il +9 sul 28-19, l’ex di turno Hicks (21) e Galanda (15) guidano rimonta e sorpasso fino al 52-57, il 10-0 di Marigney e Maestrello (11) rimette l’Aget in gara, e Pistoia spreca il match-point con il 2/4 ai liberi di Meini e Cortese, così Marigney porta al supplementare. Dove Hicks parte con 5 punti in fila, Gay (12) pareggia da tre (75-75), ma il libero di Toppo (13 e 10 rimbalzi) vale la vittoria di Pistoia. In terra di Piemonte primo successo pesante di Barcellona contro Casale Monferrato, che rischia però di rovinare tutto con un terzo quarto da soli 9 punti. I siciliani partono sul 20-2 con Taurean Green (12) e Bell (17), ma dal -19 la Novipiù rientra con Rodney Green (25), Malaventura (18) e Pierich (15), arrivando – nonostante l’infortunio di Ferrero – al sorpasso nel terzo quarto (61-58 al 28′) arrivando sul +5 (63-58).

La Sigma reagisce, Sanders (14) e Callahan tengono in quota gli ospiti lanciando la volata, con Malaventura che firma il canestro del pari a quota 80, ma l’ex di turno Troy Bell trova il canestro del successo sulla sirena. Successo all’overtime anche per la Givova Scafati che infligge a Veroli il quarto ko, il primo fuori casa 68-63, dopo il 9-0 di Slay (18 e 16 rimbalzi) per il 31-22, Scafati si fa raggiungere e superare dall’ex di turno Hunter (18), Jurevicus (11) e Rinaldi (10), e la parità regge fino al 40′, con Infante a portare al prolungamento. Dove però Scafati vince grazie a 5 punti di Tavernari, mentre Walker sbaglia il tiro per il pari. In Sicilia a Capo d’Orlando Trieste ritrova Brandon Brown ma è l’altro americano, Jobey Thomas (35) a guidare una prova balistica eccellente (70% da due, 46% da tre) contro l’Upea ancora al palo, nonostante i 32 di Alex Young. L’AcegasAps ha 8 punti in 7′ da Brown, ma anche 22 da Mescheriakov e 17 da Carra, eccellente sesto uomo. Trieste prende il largo dopo un 14-0 a cavallo tra 1° e 2° quarto, e quando Battle pareggia a quota 65, arrivano 7 punti in fila decisivi di Carra.

La Centrale del Latte Brescia supera la Tezenis Verona 80-77dopo una lunga rimonta, iniziata sul -18 dell’intervallo (32-50), quando Brescia è alle corde dopo un break di 0-15 di Boscagin (10) e McConnell. Brkic (12) e Giddens (21 e 14 rimbalzi) guidano il rientro, fino al sorpasso sul 61-59 del 28′ con 5 punti in fila di Barlos (14). L’ex di turno Ghersetti (15), Chessa (17) e Westbrook (14) riportano avanti la Tezenis (74-77) con Lawal (10), ma qui Verona non segna più, sbagliando gli ultimi cinque tiri, e Jenkins (25) trova il canestro del successo. Colpo fuori casa anche dellAcegas Trieste che schiaccia letteralmente Capo d’Orlando 97-81 in una partita vibrante ma che non ha dato niente di più ai siciliani in termini di speranze perchè ancora non riescono a rompere l’incantesimo sul parquet amico e restano desolatamente a zero punti ultimi in classifica in condominio con gli emiliani di Imola.

Trieste ha avuto un Thomas straripante con una tripla doppia, 35 punti (20 già all’intervallo, 11/15 da due e 3/6 da tre), buona prova anche di Mescheriakov (22) e Carra (17), per la Upea il solo Young (32) si è fatto sentire sotto le plance dove la lotta ai rimnalzi è stata notevole mas lo sforzo dell’americano non è servito a nulla. Ancora un’altro risultato corsaro quello maturato al PalaCredito di Romagna dove la Fileni Jesi ha battuto 63-70 la Gamberi Forlì di coach Dell’Agnello. L’allungo vincente c’è stato nel finale da parte della Fileni, èd è stato Valentini (13 punti 3/3 dalla linea dei 6,75) l’uomo partita dei marchigiani. Per Forlì, che nel finale non chiude la rimonta, il miglior realizzatore è stato Spencer (17 punti 5/9 da tre), dopo sei giornate di campionato la Gamberi accusa l’ennesina caduta casalinga perchè in casa le ha perse tutte. Il turno di riposo è toccato alla Fmc Ferentino di coach Gramenzi che domenica prossima andrà a far visita alla Pallacanestro Trento.

Gianni Federico

 

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a info@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
SPONSOR

La nuova promozione in vigore dal 3 al 20 Ottobre 2019.

SPONSOR

Offerte in vigore fino al prossimo 1° Ottobre.

SPONSOR

Promozione valida fino al prossimo 2 Ottobre 2019.