A Veroli è tutto pronto per il lancio della XIV edizione di Ernica Etnica ” La musica che abbiamo nel cuore” ( di Gianni Federico)

E’ stata presentata ieri mattina, nella sala stampa del comune di Veroli, la XIV edizione della rassegna musicale “Ernica Etnica che si svolgerà il 12 / 13 /14 luglio prossimi, alla presenza del sindaco prof. Giuseppe  D’Onorio, dell’assessore alla cultura avv. Simone Cretaro e del funzionario comunale dott. Mauro Ranelli. Il direttore artistico, il dott. Giuseppe Gennaro, verolano doc e autore della trasmissione di Rai 2 “Sereno Variabile”, ha presentato questa edizione come la più ricca per la partecipazione di più gruppi, ma soprattutto per la qualità della musica. “Ernica Etnica” ideata appunto da Giuseppe Gennaro inizia il suo cammino nel lontano 2000  ed entra subito a far parte del cartellone degli eventi che caratterizzano la proposta culturale estiva di spettacoli e concerti promossa dall’amministrazione comunale verolana. Il progetto si sviluppa nel corso delle edizioni annuali e sono tanti i gruppi di tutte le regioni e delle diverse aree culturali che partecipano alla Rassegna Musicale, con l’unico scopo di riscoprire la conoscenza di suoni, canti, lingue, dialetti, ritmi e strumenti di tutta Italia, larga anche la partecipazione di gruppi e musicisti locali. Il sindaco D’Onorio nel suo intervento ha detto: “ In tutti questi anni l’amministrazione ha raccolto le sollecitazioni della direzione artistica del nostro concittadino Giuseppe che ringrazio e del numeroso pubblico che, in un costante crescendo, ha tributato ad “Ernica Etnica” un indubbio valore di primissima qualità culturale e musicale. Abbiamo avuto l’onore di ospitare un elevato numero di artisti – ha proseguito il sindaco – tanto differenti tra loro per provenienza, esperienza, e generi musicali, ma tutti, dai più famosi come Simone Cristicchi, Eugenio Bennato e la stessa Orchestra della Notte della Taranta, hanno contribuito a valorizzare.  Ma le serate di “ Ernica Etnica “ hanno valorizzato soprattutto la città di Veroli, i suoi scorci, i suoi vicoli e le stradine interne, il suo patrimonio artistico e culturale. Una scoperta e riscoperta delle caratteristiche verolane, dello spirito dei luoghi e della sua identità. Certi che l’evento “Ernica Etnica” possa continuare anche nei prossimi anni – ha concluso D’Onorio – l’amministrazione e la città di Veroli nel dare il benvenuto a tutti gli artisti in programma nell’edizione 2013, augura a tutti gli spettatori della provincia, della regione e ai turisti buon divertimento”. – L’assessore Simone Cretaro ha parlato invece del confronto e l’incontro:  “Il confronto e l’incontro delle diverse tradizioni in un luogo unico come le quello delle piazze verolane, cornici suggestive nelle quali avviene il riconoscimento di quel substrato comune di culture lontane nello spazio e nel tempo. Durante le serate-  a concluso l’assessore Cretaro – l’enogastronomia e l’artigianato promossi attraverso l’impegno della Pro Loco di Veroli con stands nei quali e possibile degustare prodotti tipici locali oppure alla ricerca di un oggetto  ma anche scoprire gli strumenti musicali, pubblicazioni, spartiti propri della musica popolare”. – Il programma è nutrito stavolta perché ci saranno due gruppi a serata e si comincia venerdì 12 luglio alle 21,30 con il “Duo Alarch’”, due donne, Marta Celli e Simona Gatto che si sono incontrate nell’autunno 2009 nell’appennino Tosco-Emiliano, entrambe con esperienze musicali che hanno creato qualcosa di nuovo, bisogna ascoltarle e vederle suonare per verificare la loro bravura. Nella stessa serata si esibiranno gli “Alicanto” uno dei più importanti gruppi Italiani sulla scena nazionale ed europea della musica Folk, con attenzione agli studi etnomusicali del territorio veneto. Il gruppo nasce nel 1981 e da allora le turnèe in tutto il mondo sono continue: Spagna, Croazia, Inghilterra, Olanda, Germania, insomma, tutta Europa e anche gli Stati Uniti e il Canada. – Sabato 13 luglio ancora il Duo “Alarch’ “ che dalle 19 inizieranno con i concertini itineranti nelle piazze e vicoli di Veroli con i “ Suoni della Terra”, un altro gruppo noto per lo studio di molti canti tradizionali del Lazio con varie tipologie di Zampogne. Alle 21,30 sarà la volta del gruppo “ Tamburello Cafè” che è in assoluto il primo ensemble che utilizza il vasto, unico e misconosciuto strumentario e percussione della tradizione italiana con la “Festa dei tamburi a Cornice”. Intorno alle 22,30 entrano in scena gli “Acquaragia Drom e Malicanti con la “ Pizzicalazingara” per una sfrenata serata a base di Pizziche Rom e Sinti, suoni e organetti, tamburelli e voci “alla stisa”, che da tempo accompagnano serenate e balli dal Salento al Gargano. Tra le comunità dei Rom italiani quella salentina è senza dubbio una delle più importanti per la vivacità culturale tradizionale e la forte influenza stabilita sul circuito di feste e di rituali di area pugliese. – Domenica gran finale alle 21 con “Espressione Musica” per l’esibizione degli allievi della “Scuola di Musica”. Alle 21,30 La Magia della Pizzica del Salento con “Officina Zoè” un gruppo salentino che nasce nei primi anni 90, vera forza motrice ed autentico fermento del movimento di riscoperta della Pizzica-Pizzica, la più antica e travolgente forma di ritmo e danza popolare della meravigliosa e sorprendente terra di Puglia. Durante le tre giornate di Ernica Etnica saranno aperti tutti i siti archeologici e i musei della città, inoltre l’associazione “Airone” le guide turistiche riconosciute e abilitate dalla provincia, organizzeranno una serie di interessanti visite a Veroli e dintorni. Dunque la città di Veroli apre il suo salotto buono, nell’incantevole scenario del centro storico che in questi 14 anni è diventato il palcoscenico ideale per ascoltare i suoni delle terre che hanno scritto la tradizione della musica popolare italiana. Un palcoscenico naturale quello di Piazza S. Maria Salome, all’ombra della Basilica dedicata alla Santa protettrice della città e della Diocesi  madre degli apostoli Giacomo e Giovanni e discepola di Gesù,  per una chermesse musicale unica “ Ernica Etnica”, (unica perché ha avuto qualche tentativo di copia ma mal riuscita) proponendo quella musica e quei suoni che abbiamo nel cuore,  per tre serate di luglio di suoni e tradizioni per tutti coloro che, beati, sapranno godersele.

Gianni Federico

Menu