giovedì 15 Novembre 2012

A Veroli inaugurazione della nuova Biblioteca e dell’Archivio Storico

Nella giornata di sabato prossimo, 17 novembre alle ore 11.00, sarà inaugurata la nuova sede della biblioteca e dell’archivio storico del Comune di Veroli. I locali erano pronti già da diversi mesi dopo i lavori effettuati dal comune della città, ma ora si passa All’ufficializzazione dei nuovi servizi, che già hanno trovato una migliore e confortevole sede presso il nuovo sito che è proprietà comunale, situati in piazza Trulli e nella sottostante Galleria “La Catena”. All’incontro culturale parteciperanno il sindaco Giuseppe D’Onorio e l’assessore alla Cultura Simone Cretaro ed interverranno l’assessore alla Cultura della Provincia di Frosinone Antonio Abbate, il presidente del Sistema Documentario ed interbibliotecario della Valle del Sacco Danilo Collepardi, il soprintendente ai beni archivistici del Lazio Donato Tamblè e l’archivista che ha curato l’inventariazione dell’archivio storico Monica Grossi, nel frattempo divenuta soprintendente ai beni archivistici della Sardegna.
“E’ stato un investimento fortemente voluto dall’Amministrazione che beneficiando di un contributo della Provincia di Frosinone su fondi regionali ha ampliato l’intervento – dicono il sindaco prof. D’Onorio e l’assessore avv. Cretaro – per rendere autonomia a servizi particolarmente importanti per i nostri cittadini. Abbiamo così messo a disposizione dell’utenza una struttura bibliotecaria ed archivistica più confortevole e, soprattutto, la disponibilità del ricco patrimonio librario ed archivistico di cui è dotato il Comune di Veroli. Abbiamo, inoltre risparmiato sugli affitti e consentito anche alle persone diversamente abili di usufruire dei servizi culturali che precedentemente non potevano utilizzare in quanto ubicati in immobili non dotati di necessarie infrastrutture per l’abbattimento di barriere architettoniche”. Una documentazione davvero interessante visto che la biblioteca ha un patrimonio di oltre 20 mila volumi ed è inserita nel sistema documentario della Valle del Sacco. E l’archivio storico è davvero interessante in quanto ha una sezione preunitaria e molta documentazione sulla storia locale.
“L’obiettivo – aggiungono D’Onorio e Cretaro – è quello di far decollare una vera e propria “Casa della Cultura” in quanto i servizi sono all’interno di uno stabile dove abbiamo la disponibilità di locali per mostre e per convegni.”
Gianni Federico

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a info@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
SPONSOR

La nuova promozione in vigore dal 3 al 20 Ottobre 2019.

SPONSOR

Offerte in vigore fino al prossimo 1° Ottobre.

SPONSOR

Promozione valida fino al prossimo 2 Ottobre 2019.