27 febbraio 2014 redazione@ciociaria24.net

Anche il Dott. Mario Marani del centrodestra critica le scelte delle candidature imposte e comunicate a mezzo stampa

Apprendo, con  molto, interesse le ultime vicende che riguardano la politica verolana. Candidature imposte, comunicate a mezzo stampa senza confronto diretto con i cittadini quasi si temesse la loro reazione, nessun rispetto per le norme basilari di democrazia. Pare che conti solo lo sgomitare piu’ forte, per essere il nome imposto agli altri. Questo va bene solo a chi se lo lascia imporre perdendo di vista, nelle logiche di potere, l’unica cosa che conta: il futuro della nostra Veroli. Personalmente, anche se mi è stato proposto svariate volte, non ho nessuna velleita’ di fare il “generale” , cioè il candidato sindaco, senza essere mai stato “soldato”, cioè consigliere comunale. Una buona dose di umilta’ non farebbe male a nessuno. Se non si conosce il funzionamento della pubblica amministrazione si rischia solo di fare disastri, sulla pelle di tutti. Personalmente voglio essere unicamente a servizio del cittadino, questa è la sola logica che dovrebbe contare, all’interno di una coalizione che abbia a cuore i problemi dei verolani, senza andare a spartire nessuna cadrega. La coalizione, poi, deve essere capitanata non da apprendisti stregoni, ma da una persona di comprovata esperienza amministrativa in quanto i problemi a Veroli sono molteplici e seri.  Ma, soprattutto, nominata in maniera democratica dalla base, dai cittadini, e non imposta dall’alto dai soliti volti noti che da anni se ne infischiano dei problemi di Veroli e si ricordano della nostra citta’ solo quando serve un bel bagaglio di voti confezionati, per la loro esigenza di essere eletti. Per questo modo di gestire le cose, i cittadini sono nauseati e assistiamo quotidianamente ad un progressivo scollamento tra i problemi sociali e la politica di potere. E’ ora di finirla con questo andazzo, di gestire la politica locale in maniera piu’ democratica, ascoltando le esigenze dei verolani e tentando di risolverle insieme, in maniera disinteressata. Bisogna dare supporto a chi merita di amministrare il paese essendo stato veramente voluto dalla maggioranza dei cittadini e non a chi ci viene imposto senza confronto. Bastasse essere nominato dai big per essere eletto ci sarebbero tanti sindaci. Il sindaco è uno e sara’ il popolo ad eleggerlo, a suon di voti. E il popolo, notoriamente, è allergico a certi vecchi giochetti politici.

Inviato alla redazione Veroli24Network dal Dott. Mario Marani

 

Menu