Veroli: assegnate le deleghe ai nuovi assessori. Molte facce note, poche le new entry

Dopo la scelta degli assessori avvenuta dieci giorni fa con molta fatica, finalmente il nuovo sindaco Simone Cretaro ha distribuito o più elegantemente ha assegnato, le deleghe ai suoi subalterni che formano la nuova giunta che dovrà reggere le sorti della città di Veroli. Il ruolo di presidente del consiglio comunale sarà Giuseppe Mignardi del Psi che era già stato nominato durante il primo consiglio comunale. Una vecchia conoscenza dei cittadini verolani, Orlando Rotondo avrà l’incarico per i Lavori Pubblici, Assetto del Territorio, Edilizia e la Scuola. Carica che ha già ricoperto nella precedente amministrazione del sindaco prof. Giuseppe  D’Onorio. Un’altra faccia nota agli elettori è  Alessandro Viglianti che sarà responsabile dell’Ambiente, Nettezza Urbana e Igiene.

Una faccia nuova invece è quella di Luca Renzi, niente a che fare con il premier  “Mister Bean”, alias Matteo, che si occuperà di Commercio, Artigianato e le Politiche del Lavoro. Veniamo adesso alle due gentili presenze femminili: Barbara Crescenzi avrà le deleghe per  lo Sport e le Politiche Giovanili. Cristina Verro invece si occuperà  di Cultura, Turismo e Pubblica Istruzione  ed è stata nominata  anche  vice sindaco. La Sanità, il Bilancio e la Pianificazione Urbanistica sono cose di cui si occuperà il sindaco in persona. Sui banchi della maggioranza ci sono: Alesandra Trulli, Germano Caperna Augusto Simonelli, Aldo Rossi, Emanuele Fiorini, Sisto Fini, Davide Troccoli,  poi ci sono i due subentrati a Rotondo e Renzi diventati  assessori, si tratta di Lazzaro Cestra e Antonio Perciballi. Sui banchi della opposizione  tre facce note della politica nostrana: Danilo Campanari, Assunta parente e Stefano Iannarilli, i due volti nuovi invece sono quelli di Gianfranco Rufa e  Marino Diamanti.   A tutta l’amministrazione comunale il nostro giornale augura un ottimo e proficuo lavoro per i prossimi cinque anni, quelli che serviranno per traghettare la città di Veroli verso quella  rinascita economica e sociale che tutti si attendono.

Gianni Federico – Veroli24

Menu