Basket Legadue: Prima Veroli s’infiamma il mercato (di Gianni Federico)

La squadra del professor Franco Marcelletti sta prendendo corpo, manca soltanto un’altro nome con un ruolo importante, quello del tiratore, i più informati e gli addetti ai lavori giurano che sia proprio Mareks Jurevicus, il castigatore che colpisce sempre dall’arco con precisione chirurgica, già ad Ostuni con il neo coach giallorosso. Per il resto sono confermati nel roster della Prima Veroli, l’americano Jimmie Hunter che non ha bisogno di presentazioni, i due pivot italiani Tommaso Rinaldi, che sarà il centro titolare e Luca Infante, ala-pivot di 204 cm. detto “O’ Guerriero” primo cambio dei lunghi. <La coppia italiana comunque è intercambiabile ed ha ancora buoni margini di miglioramento perchè quei due hanno ancora tanta energia e intensità>. Questo è il pensiero di coach Marcelletti! Nelle prossime ore dovrebbe essere ufficializzato il ritorno di una vecchia conoscenza dei tifosi verolani, Marco Rossetti che nel  ruolo di Guardia-ala potrebbe essere utile a Marcelletti in uscita dalla panchina, mentre in cabina di regia come playmaker pare più probabile la nomina di  Aaron Johnson ex Ostuni. Per il n° 4 titolare con tanti punti nelle mani, la società giallorossa  persegue una pista molto importante che porterebbe a Rinaldi, il giocatore può permettere alla squadra di fare il salto di qualità, il via libera dovrebbe essere ufficializzato nella giornata di oggi così Rinaldi arriverebbe alla corte di Marcelletti per organizzare la squadra, ma nel ruolo di guardia si è affacciata anche la sagoma di Shagha Huff, il nazionale finlandese amico di Gerald Lee. Un quintetto composto così come lo aveva immaginato e come lo sta componendo il nuovo allenatore di Caserta, con il play e guardia americani, l’ala comunitaria, i lunghi tutti italiani, nessun passaportato, perchè il professore sa il fatto suo e vuole coprire tutti i ruoli con le pedine giuste. Per la panchina abbiamo già detto che c’è Rossetti sempre pronto a colpire da tre e dalla media, per il cambio dei piccoli è spuntato il nome di un ex verolano di tre stagioni fa, l’italo-albanese Franko Bushati, che però sembra prendere la strada per Scafati, a questo punto Marcelletti e il gm Ferencz Bartocci stanno optando per un’altro giocatore nella scorsa stagione in Salento con Ostuni, si tratta del 27enne Simone Berti, mentre per il cambio dei lunghi rimane in pole un ennesimo ex, Diego Banti, il quale è pronto a giurare che la Prima Veroli sarà squadra di prima fascia e che lotterà ai primi posti per la promozione diretta in serie A. Se lo dice lui che è stato a Veroli per due stagioni possiamo stare tranquilli! Chissà però cosa ne pensa il nuovo condottiero della squadra giallorossa?  Gianni Federico

Menu