17 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Dopo la prova positiva al Memorial Zeppieri il Basket Veroli continua la preparazione in vista dell’avvio il prossimo 6 ottobre della regular season di Legadue-Gold

Il tecnico della Prima Veroli,  Marco Ramondino,  dopo la prova positiva della sua squadra al Memorial Zeppieri, con la vittoria sfumata solo a 2’ dalla fine contro una coriacea Ferentino, ha avuto le risposte che si attendeva dai suoi giocatori soprattutto da Jamar Samuels ( nella foto ),  arrivato il giorno prima del Memorial e buttato subito nella mischia del torneo fornendo una prova da vecchia volpe sotto canestro. Dopo soli quindici giorni di preparazione la squadra verolana ha alzato i margini di miglioramento,  ma c’è ancora da lavorare per trovare le giuste misura da usare in un campionato che si annuncia difficile e combattuto. I due gap iniziali, contro Matera e Ferentino nella finale, non hanno preoccupato più di tanto il tecnico campano, perché sicuramente sono cose fisiologiche che si possono gestire bene e i ragazzi della Prima Veroli lo hanno dimostrato ampiamente vincendo la prima gara con Matera e mettendo in seria difficoltà la squadra dell’ex Franco Gramenzi.  Quello che conta alla fine per Remondino sarà la continuità di gioco che dovrà tenere la sua squadra e l’atteggiamento personale dei giocatori e se i presupposti sono quelli fatti vedere da Samuels, Blizzard il giovanissimo Giammò la dinamicità di Carenza e di Sanders e la regia di Tommasini e Rossi, allora i tifosi possono stare tranquilli che avranno il divertimento assicurato e la società un posto in classifica in alto. Infatti la squadra giallorossa sa adattarsi a qualsiasi caratteristica di gioco delle altre compagini e poi la Prima ha già fatto vedere che ha lavorato bene sulla difesa che nel basket e sempre il migliore attacco.  Coach Ramondino sta lavorando molto anche sull’aspetto della personalità e della responsabilità di ogni singolo giocatore, basta vedere come sta reagendo Carenza, ma tornando alla difesa si studia molto sul concetto della zona e sul pressing che hanno già dato buoni risultati nelle tre partite disputate dalla squadra verolana, la prima a Caserta  le altre due al Memorial Zeppieri. Un altro punto molto importante è il ritrovato feeling con la tifoseria e con quella parte di sportivi che da due anni a questa parte si erano allontanati dalle sorti sportive del Basket Veroli. Le manovre di avvicinamento al campionato continuano e domani i giallorossi effettueranno uno scrimmage al Palaciotti di Anagni contro Rieti, poi il Torneo di Roseto dove con molta probabilità si incrocerà ancora con i cugini di Ferentino. Ma dal 6 di ottobre, prima gara in trasferta a Biella, si farà sul serio in una regular season tutta da giocare e da vivere agonisticamente.

Gianni Federico

Menu