Gianfranco Rufa il candidato sindaco di FI fa il “grillino”, in caso di vittoria è pronto a dimezzarsi lo stipendio

Il candidato sindaco di Forza Italia , Gianfranco Rufa interviene ancora con le decisioni inserite nel suo programma – “ Voglio amministrare il mio paese perché convinto di poter contribuire, con l’aiuto dei cittadini e in modo determinante, alla crescita di questo territorio”  –  Rufa in questo modo sembra strizzare l’occhio al Movimento 5 Stelle, naturalmente in modo metaforico,  invitando  tutti i candidati a seguire il suo esempio, quale? Quello che altri sindaci in passato  non hanno fatto mai, lasciare metà stipendio a chi ne ha bisogno. Ma vediamo cosa dice ancora Rufa: “Sono un imprenditore e non faccio politica per interesse personale”. –  Il candidato di Forza Italia ha tutta l’intenzione di salire a Palazzo Mazzoli non certo come ‘mantenuto’ della pubblica amministrazione.  Una proposta quella del dimezzamento del compenso che ha convinto anche il candidato consigliere, Gaspare Fini, rappresentante della lista Fratelli d’Italia-An. È questo uno dei tanti spunti del programma elettorale del candidato a sindaco del centrodestra che, in caso di vittoria, dovrà solo decidere a quale associazione o ente devolvere metà dello stipendio.  “Questa scelta – ha precisato Rufa –  riguarda solo me e sarò, ovviamente, ben felice se anche i miei consiglieri decideranno di rinunciare al gettone di presenza a favore di un ente no profit presente sul nostro territorio. Si tratta di un segnale doveroso nei confronti dei cittadini – ha detto ancora l’aspirante sindaco – si diventa amministratori non per lavoro ma per passione, convinto da sempre che chi ci rappresenta deve farlo senza interessi di sorta ”.  Una riduzione degli ‘sprechi’ che parte proprio dall’alto e che “in caso di vittoria – ha concluso Rufa – proseguirà con una rivisitazione generale della macchina amministrativa. È necessario risparmiare risorse in quei settore dove  è possibile tagliare. In altri, invece, come la scuola, la sanità, i servizi sociali saremo tutt’altro che parsimoniosi”.

Redazione Veroli24Network

 

 

Menu