I cittadini invitano i gestori della cosa pubblica a fare qualcosa di più concreto per la città oltre all’ordinaria amministrazione

Il nostro amico lettore Franco Fiorini ci ha inviato un comunicato stampa riguardante alcune questioni che lui e tanti cittadini ritengono fuori controllo e fa appello anche a loro nome alla sensibilità degli amministratori affinchè tutto torni nella normalità. – “Quello che non sanno le migliaia di persone che hanno invaso la nostra città durante i “Fasti” , portando gioia allegria molti euro per tanti commercianti, per la felicità degli amministratori, ma molte cose non hanno funzionato,  come il disagio, non di poco conto, per chi vive al centro. Dopo questa parentesi dei fasti c’è da dire qualcosa per l’Hotel Filonardi (nella foto), dopo la consegna, che appare fittizia ai proprietari che gestiscono il ristorante Domus Hernica, è stata data una ripulita all’esterno e all’interno per ospitare persone per gli ultimi eventi ma  poi tutto è tornato alla stato di prima. Tutto chiuso, siamo quasi a ferragosto e nei dintorni si percepisce sempre il solito odore nauseabondo e dannoso per la salute che viene dalla parte laterale della struttura che ospita l’Hotel e che si diffonde fin dentro le case abitate nelle vicinanze. Gli amministratori adesso si sbrigheranno a dirci che verra’ riattivato per inizio anno scolastico quando inizieranno le lezioni nel tanto decantato Alberghiero, che sarà ospitato nel complesso dell’ex Convitto Comunale , per il quale dopo la notizia delle circa 40 iscrizioni, non se ne e’ parlato piu’. Ma il cittadino non e’ sprovveduto, sa bene che ormai partiranno solo i lanci pubblicitari per rifacimento strade, la fine dei lavori per il palazzetto dello sport, ristrutturazione di alcune scuole, altri lavori per diversi tratti della rete fogniaria e cosi’ via. Ma noi, che non facciamo i gufi, essendo cittadini che a Veroli ci  vivono e pagano le tasse da sempre, aspettiamo fiduciosi i fatti concreti e non le parole di rassicurazione che poi cadono nel vuoto.Fare e fare presto, solo cosi’ ci si rende credibili. L’Asilo al Giglio, notizia di questa settimana, pare che dovrebbe partire e funzionare, in qeusto modo saranno i genitori dei bambini i primi a dirvi “bravi e grazie cari amministratori”. Questo è quanto ci ha scritto Franco Fiorini, una lettera che appare accusatoria ma che in realtà invita i responsabili dell’amministrazione comunale ad una trasparenza che in molte occasioni hanno usato, un invito dunque a fare le cose per bene  per rendere più funzionale e moderna la città di Veroli.

Menu