I nostri lettori ci segnalano stavolta un eventuale spreco di soldi pubblici della XII Comunità Montana di Veroli per alcuni pulmini fermi da anni

Per la voce dei lettori è giunta in redazione una nuova segnalazione da parte di Franco Fiorini , corredata da foto,  il quale stavolta ci racconta di una situazione di spreco di soldi pubblici che sarebbe stato perpetrato dalla XII Comunità Montana che ha la sede a Veroli, per quanto concerne l’acquisto e il mancato uso di pulmini da trasporto. Fiorini ci scrive: “ Le foto che ho inviato le ho scattate dall’alto del parcheggio del palazzo che ospita la sede della Comunità Montana, qualcuna anche da vicino nel piazzale compresa quella della sede. Nella foto fatta più da vicino ai tre pulmini piu’ grandi, si nota che hanno il numero delle targhe in seguenza, quindi immatricolate e spedite nel parcheggio sottostante la sede e sono da allora fermi in quel sito. Gli uffici sono “abitati” da tre impiegati che praticamente non fanno nulla o quasi, uno viene tutti i giorni da Cassino addirittura, arriva alle 9,00 fa colazione poi va a pranzo e intorno alle 16,00 riparte per la sua città, naturalmente questa trasferta giornaliera costa ai contribuenti. Un’altro impiegato invece abita a 500 metri dalla sede per cui supponiamo prenda solo lo stipendio. Qualche anno fa venni a sapere che quell’area di parcheggio dietro al palazzo, era diventato il deposito nascosto di materiale appaltato da non si sa da chi e perche’, (si trattava di cassonetti per la raccolta di rifiuti) e naturalmente non si è mai saputo nulla al riguardo, poi all’improvviso quel materiale fu tolto in fretta e distribuito a più comuni (Arce, Alatri, Vico nel Lazio e altri), ma pare che non siano mai stati usati, alla faccia della “spending rew”. Mi chiedo: ma le Comunita’ Montane non dovevano sparire da almeno 5 anni? Quelle rimaste in essere chi le mantiene! Si pagano con i soliti espedienti…appalti compere e intrallazzi vari? E cosa fanno di realmente utile? Si dice che sotto il garage dello stesso palazzo al chiuso ci siano vari mezzi inutilizzati, sarà vero? Basta controllare! ”. Pensiamo che la segnalazione di Fiorini sia più che giusta perché da quello che si evince pare che si siano sprecati soldi pubblici per mezzi e materiali che non sono mai stati usati. Comunque sia il nostro giornale è a disposizione per coloro che volessero replicare o fare chiarimenti in merito alla segnalazione inviataci. E tanto per rinfrescare la memoria ai nostri lettori va ricordato che le Comunità Montane nacquero come unioni di comuni, enti locali costituiti fra comuni montani e parzialmente montani, anche appartenenti a province diverse, per la valorizzazione delle zone montane per l’esercizio di funzioni proprie, di funzioni conferite e per l’esercizio associato delle funzioni comunali. Qualcuno della politica che contava una volta disse che sarebbe stato meglio sopprimere le comunità montane e ripartire gli 800 milioni di euro che incassano attualmente i comuni di montagna, con gli stessi soldi i comuni stessi possono offrire gli stessi servizi meglio, prima e spesso anche a costi più bassi e si risparmierebbe sugli stipendi, sulle tredicesime, sulle trasferte, sugli affitti, sui gettoni di presenza, su gli sprechi di luce e telefono e su gli stipendi dei capoccioni. Torneremo sicuramente a parlare della questione, magari dopo aver parlato con qualche responsabile della Comunità Montana o del comune di Veroli, perchè magari potremo suggerire ai responsabili che quei pulmini fermi nel parcheggio potrebbero servire al trasporto scolastico ed evitare appalti che costano, come ad esempio quello con la ditta Reali. Potrebbe essere un’idea! Gianni Federico

Menu