20 dicembre 2012 redazione@ciociaria24.net

Il Comune di Veroli prosegue con il progetto della differenziata dopo aver raggiunto cifre record nell’anno che sta per finire (di Gianni Federico)

Per quanto concerne la raccolta differenziata il comune di Veroli nel giro di un anno ha raggiunto cifre record, più del 60%, numeri destinati ad aumentare nei prossimi mesi del 2013. Questo è quanto hanno comunicato alla stampa il sindaco Giuseppe D’Onorio, l’assessore all’ambiente, il dott. Egidio Lombardi e la dott.ssa Daniela Sangalli, direttrice della ditta omonima, in una conferenza stampa convocata dal funzionario comunale, il dott. Mauro Ranelli. La Sangalli è impegnata sul territorio verolano dal 2009 e ha raggiunto un ottimo servizio di raccolta e la stessa ditta sta studiando, in accordo con i tecnici del comune, la realizzazione di un’isola ecologica da realizzare, quasi con certezza, tra la zona del Giglio di Veroli e Castelmassimo.< Un successo che in un certo senso ci aspettavamo – ha detto il sindaco D’Onorio – adesso il nostro comune si attesta tra i primi in Ciociaria in termini di qualità e quantità del servizio di raccolta differenziata. Siamo soddisfatti degli obiettivi raggiunti e dobbiamo ringraziare soprattutto i cittadini per l’impegno e la costanza messa nel progetto e infatti i dati che abbiamo in possesso ci confermano il risultato del 60% che ha comnportato fino ad ora un notevole abbattimento del nostro conferimento in discarica, soprattutto nei mesi di ottobre e novembre, e un notevole risparmio per le casse comunali pari a circa 25 mila euro di risparmio al mese. E’ già in programma – ha concluso il sindaco – un’isola ecologica che ci permetterà di aumentare le percentuali fino all’80% ma permettetemi di dire che il nostro è un comune all’avanguardia, nonostante ciò però bisogna guardare sempre avanti>. La dott.ssa Sangalli ha fatto i complimenti all’amministrazione per la gestione del progetto “differenziata”. < Operiamo a Veroli dal 2009 e abbiamo trovato un’amministrazione davvero virtuosa – ha dichiarato la Sangalli – tanta è infatti la sensibilità verso l’ambiente. Come azienda riteniamo che le scelte debbano essere graduate per ottenere risultati e il comune di Veroli ha ben chiaro l’obiettivo dettato dal legislatore che prevede il 65%. Siamo partiti in via sperimentale nella contrada Giglio e dopo gli ottimi risultati ottenuti, abiamo esteso il servizio anche ad altre zone. L’amministrazione ci ha chiesto di studiare un nuovo piano per estendere la differenziata su tutto il teritorio, compreso il centro storico per il quale troveremo una soluzione ad hoc per salvaguardarne l’immagine>. Naturalmente era soddisfatto l’assessore al ramo, il dott. Egidio Lombardi per i risultati ottenuti. < Ringrazio il mio sindaco che ha messo al primo posto la cultura e la salute dei cittadini nel suo programma – ha esordito Lombardi – senza dimenticare quanto fatto nell’ambito dei Servizi Sociali. Siamo partiti in ritardo rispetto ad altri comuni, ma abbiamo fatto grandi cavalcate e questo è il frutto di un lungo percorso di sensibilizzazione che è passato attraverso le scuole e i cittadini tutti. Nelle nostre scuole – ha spiegato l’assessore – si porta avanti un progetto di raccolta differenziata interclasse. L’ottimo traguardo lo si deve anche all’uso corretto e diffuso delle compostiere. Siamo inoltre riusciti a togliere i cassonetti nelle zone periferiche del paese evitando così che i cittadini dei comuni limitrofi gettassero i rifiuti da noi. Gli imballaggi di carta e cartone restano a Casamari in via Case Campoli, dove c’è una piccola fabbrica che ricicla questi materiali e che, oltre a rendere un servizio all’ambiente, offre lavoro ai nostri concittadini. Ottima è anche la raccolta di ingombranti che la Sangalli ritira direttamente a casa senza spese, renderemo pubblico il numero verde. Dal prossimo anno la differenziata verrà diffusa sul 100% del territorio: saranno coperte la parte mancante del Crocifisso, Madonna degli Angeli, la Vittoria, Colleberardi e il centro storico. Siamo uno dei pochi comuni – ha concluso l’assessore Lombardi – dove la Tarsu è rimasta invariata con un risparmio del 10% per chi fa uso della compostiera.Unitamente all’assessore ai lavori pubblici Orlando Rotondo, stiamo cercando un’area tra il Giglio e Castelmassimo dove realizzare l’isola ecologica che riguarderà anche lo smaltimento degli olii, grazie  all’isola riusciremo a superare gli obiettivi imposti dalla normativa europea>. Al termine della conferenza stampa l’azienda Sangalli ci ha informati che i loro operatori  avranno altre riunioni da programmare dal prossimo febbraio per informare quella parte dei cittadini non ancora convertiti alla differenziata.

Gianni Federico

Menu