10 dicembre 2012 redazione@ciociaria24.net

Il Punto sulla 10° giornata del campionato di Legadue: La Prima Veroli cade per la sesta volta in casa contro la Biancoblù Bologna e ferma la sua corsa verso la zona play off (di Gianni Federico)

La decima giornata del campionato di Legadue di basket ha visto tutte le prime della classe vittoriose ma la classifica provvisoria rimane corta.

La Biancoblù Bologna di coach Salieri, nonostante le contestazioni dei tifosi che rivogliono la loro Fortitudo, è scesa in ciociaria ha vinto meritatamente contro la Prima Veroli 71-81e si rilancia come protagonista per la vittoria finale. I verolani collezionano la sua sesta sconfitta casalinga consecutiva, confezionata per loro da un Pecile (19) in forma smagliante, Harris (16) che non ha sbagliato niente, Cutolo e Verri sono stati le spine ai fianchi di Rossetti e compagni che ad onor del vero hanno mollato solo nel finale, Jurevicus (19) e Walker (20) hanno tentato il “bliz in casa” ma senza successo, Infante (16) sotto le plance ha lottato fino all’ultimo secondo, Rinaldi (4) al suo rientro dall’infortunio non ha potuto più di tanto, Hunter (8) l’americano non è incisivo e reattivo, non è lui e ancora non ci siamo!

Anche la FMC Ferentino di coach Gramenzi ha subito l’ennesima sconfitta ad opera della Tezenis Verona di coach Ramagli, 79-60 il risultato dopo una partita intensa ma forse già segnata per i laziali che nulla hanno potuto davanti a Westbrook (23) un americano tosto e pimpante, Da Ros (21) con 11 rimbalzi difensivi è stato il re dell’area pitturata, buona partita anche di Mario Ghersetti (16) l’ex Veroli non ha lesinato punti agli ospiti di Ferentino, prendendo 6 rimbalzi e 18 di valutazione dal campo. Per la FMC Manuel Carrizo (8) ancora una partita in chiaro scuro, Ekperigin (16) ha cercato spesso il canestro ma non gli è andata bene, James (9) sperava nel suo fisico ma non c’era la testa per sfondare, il play Guarino (6) non ha ripetuto l’exploit avuto per due turni di seguito. La squadra del presidente Ficchi deve rialzare la testa subito perchè ha le capacità e i giocatori giusti per farlo.

La capolista Giorgio Tesi ha battuto per 96-82 la Bitumcalor Trento senza alzare mai la testa, la formazione di coach Moretti da leader indiscussa ha fatto il suo gioco con Galanda e Graves che hanno sciorinato 20 punti a testa, Toppo e Cortese in doppia con 11 punti e l’americano Hicks (18) ha fatto saltare gli schemi di coach Buscaglia riducendo le giocate di Dordei (18), Garri e Spanghero 15 punti a testa non sono bastati per vincere la gara nella quale sono stati dentro fino al terzo parziale, poi si è spenta la luce.

La battistrada Givova Scafati vince soffrendo 86-80 contro una coriacea Novipiù Casale Monferrato, la velocità di Bushati (16) la freschezza atletica e la buona forma di Mays (27) unite alle giocate e ai punti di Slay (15) Ghiacci (13) e Sorrentino (10) bravo ai rimbalzi, sono state le armi a disposizione di coach Bartocci per smantellare la corazzata di coach Griccioli che colleziona la sua ottava vittoria, la terza consecutiva.

La sfida tra le deluse: Gamberi Forlì e Upea Capo d’Orlando è finita 71-76 iUpea Capo d’Orlando è finita 71-76 in favore degli ospiti siciliani, George (13), Battle e Mathis 18 punti entrambi e Portannese (10) sono stati gli autori di una gara interpretata bene e che ha messo in difficoltà difensive i romagnoli che si sono visti solo con i punti di Todic (25) e i 12 a testa di Musso e di Tessitori, poi il buio completo per la squadra di Dell’Agnello che dopo un inizio di campionato spumeggiante ora si è adagiata e prende schiaffi, ma c’è spazio e tempo per rifarsi.

Vittoria nel finale di partita per l’Aget Imola che supera 67-60 una Centrale del Latte Brescia disattenta e poco aggressiva, Gay (23) e Marigney (21) hanno preso per mano il quintetto di coach Fucà nell’ultimo quarto per condurlo alla seconda vittoria consecutiva, per i piemontesi di coach Martelossi non sono bastati i punti di Loschi (15), Giddens (15) e i 10 punti a testa di Brkic e Jenkins, nei rimbalzi i romagnoli sono stati più bravi e hanno messo più grinta e concentrazione su un finale di gara da incorniciare.

La Sigma Barcellona batte nettamente la Fileni Jesi 92-75 in un PalaAlberti pieno come un uovo, il re della giornata è stato Ryan Bucci con (24) punti, Callahan (18) ha tirato con precisione dalla media, Cittadini (13) in regia ha dispensato palloni a tutti i compagni e non si è fatto attendere nelle scivolate a canestro, la squadra ci coach Cioppi si è vista grazie ai punti di Maggioli (22), di Sanders (16) e di Griffin (12), per il resto Hoover (15) e compagni hanno subito la pressione dei padroni di casa senza reagire.

In questo 10° turno ha riposato l’Acegas Trieste.

 

La Classifica:Pistoia 16, Scafati e Bologna 14, Verona, Barcellona e Casale 12, Brescia, Trento e Trieste 10; Veroli, Capo d’Orlando, Jesi e Forlì 6; Imola 4, Ferentino 2.

 

Gianni Federico

 

Menu