1 febbraio 2014 redazione@ciociaria24.net

La GZC Veroli di coach Ramondino riparte da Brescia per rimanere agganciata al treno play off

Sarà una settimana terribile quella che attende la Gruppo Zeppieri Costruzioni Veroli che proviene da due sconfitte consecutive, Napoli in trasferta e Trapani in casa,  per cui non ci sono scusanti per i giallorossi che hanno perso un tantino di  lucidità e anche un po’ di energia necessaria  per poter affrontare ogni gara con il piglio giusto. La trasferta di Brescia al Palacontro la Centrale del Latte e sebbene possa sembrare una gara facile sulla carta, coach Ramondino invece la vede molto difficile da interpretare proprio per quel calo fisico- mentale di alcuni giocatori importanti come Samuels ad esempio.  L’americano non macina più punti come all’inizio del campionato e sotto canestro è lento, prevedibile e perde palloni importanti. Un cero calo lo si è visto anche in Brett Blizzard, anche se l’italo-americano ha avuto serio problemi con un vecchio infortunio che si è riaffacciato in questo periodo. Il coach giallorosso però ha già preso le sue precauzioni in vista delle tre gare consecutive: quella di Brescia, quella casalinga  giovedì prossimo contro Casale Monferrato e la terza domenica prossima in trasferta a Trento contro la capolista  Aquila  Basket. In settimana il gruppo giallorosso sotto la supervisione del coach ha lavorato molto sotto l’aspetto tecnico  giocando senza palla. – “ Abbiamo fatto questo – ha detto Ramondino – per avere più soluzioni in gara e tutte diverse, caso mai andassero male quelle studiate  per gli schemi da adottare. Comunque sia la squadra deve ritrovare quella compattezza e quella aggressività  che sono state il sale del girone di andata , adesso stiamo assistendo ad un calo fisico e mentale di qualcuno che però è fisiologico e che non mi preoccupa, anche se certi rilassamenti noi non possiamo permetterceli ”.  Le tre gare di fila che attendono la squadra ciociara non saranno certamente decisive  per l’ingresso nella griglia play off, ma sicuramente capitan Marco Rossi e compagni non hanno nessuna intenzione di allontanarsi dalla zona nobile della classifica. La Centrale del Latte Brescia è una squadra con diversi talenti nel roster, gli ex Rinaldi e Bushati su tutti, ma ci sono anche: Ray Giddens, Slay e Cuccarolo, coach Ramondino questo fatto lo ha bene in mente e infatti sta lavorando sui tiri dall’arco dei 6,75 che dopo la lussuosa vittoria in casa del Barcellona, con  i 31 punti del signor Casella,  da un periodo di tempo latitano.  Bisogna ritrovare al più presto la precisione nei tiri da tre, ritrovare da subito il ritmo e la concentrazione, perché il campionato ha una classifica corta e l’entrata nei play off è assolutamente necessaria per la GZC Veroli che merita il posto che occupa e per il basket che sa esprimere. Palla a due alle 18 al San Filippo di Brescia dove sono stati designati gli arbitri: Gianfranco Ciaglia di Caserta, Alessandro Tirozzi di Bologna, Marco Scudieri di Maserada sul Piave (TV).

Gianni  Federico

Menu