19 gennaio 2013 redazione@ciociaria24.net

La Prima Veroli in terra di Romagna contro la Gamberi Foods tenta di sbancare il PalaCredito di Forlì per rimanere nella scia del treno Play Off (di Gianni Federico)

Sarà una partita molto calda quella che si giocherà al Palacredito tra la Gamberi Foods Forlì di coach Dell’Agnello e la Prima Veroli di coach Marcelletti, una gara da vivere. Il tecnico giallorosso vuole una vittoria a tutti i costi per rimediare quei due punti buttati al vento domenica scorsa in casa di Pistoia dopo aver giovcato una gara esemplare sotto l’aspetto tecnico-agonistico, anche perchè il tecnico dello scudetto di Caserta ha già dato e non vuole concedere altro,  alla sua squadra ha già impresso una buona identità difensiva, dove i punti fermi sono Berti e Rossetti, preziosi uomini oscuri che sanno come risolvere le situazioni. In area la squadra laziale si affida a Infante, che finora ha dimostrato di attraversare un’ottima forma oltre ad essere un giocatore esperto e assai focoso per essere un lungo, ma anche a Rinaldi, un giocatore che ad inizio stagione è partito bene, poi è arrivato lo stop forzato per infortunio, ma il ragazzo è solido sotto i tabelloni e si sta riprendendo bene. Bruttini, anche lui dopo una lunga sosta sta ritrovando  il ritmo agonistico e pare abbia preso la strada giusta per tornare ai suoi ottimi livelli. Ma i valori aggiunti della Prima Veroli sono il playmaker Walker e la guardia Marigney, due giocatori capaci di spostare l’equilibrio di una gara a loro favore e che ogni domenica danno il massimo in campo. La squadra di Dall’Agnello dopo una serie positiva di gare ha interrotto il suo poker magico a Verona in modo brusco con un – 29 che ancora scotta, per cui la squadra di Marcelletti potrebbe approfittare di questo passo falso e del morale basso per sbancare il Palacredito di Forlì,  anche perchè la squadra giallorossa ha ritrovato ritmo e smalto, ma non c’è da fidarsi troppo perchè Roderick e compagni vogliono tornare subito a vincere in casa e l’agnello sacrificale dovrebbe essere Veroli? Chissà!  Sarà interessante comunque assistere al duello in regia tra Spencer, che è ancora l’oggetto oscuro di Forlì, e Walker, spesso pimpante ma che ha dei fermo posta incredibili come quello del terzo parziale di Pistoia.  Sotto canestro i romagnoli hanno Todic reduce da un’influenza ma comunque pur sempre un pericolo costante per gli avversari, poi c’è Tessitori che aggiunge molta energia, quella di un rookie che sta imparando in fretta . Natali è un 4 tattico e funge da collante per la sua squadra e negli ultimi tempi anche pericoloso al tiro, quindi Jurevicus deve essere bravo a imbavagliarlo a dovere. Paul Lester Marigney, l’americano nato a Oakland, da quando è arrivato a Veroli ha dato più qualità all’attacco e questo sta a dimostrare le certezze che ripone in lui coach Marcelletti che nel frattempo ha già catechizzato i suoi che devono giocarsela fino in fondo la partita, senza mai alzare la testa e senza perdere la concentrazione, perchè se lasciata correre, la Gamberi Forlì può volare. Palla a due alle 18,15 con gli arbitri designati che sono: Pascotto di Portogruaro, Migotto di Padova, Cherbaucich di Trieste.

Gianni Federico

foto legadue  

Menu