21 gennaio 2013 redazione@ciociaria24.net

La Prima Veroli regge solo 10 minuti al PalaFiera di Forlì, poi la Gamberi Foods ottiene il sorpasso e vince 84-73 lasciando i laziali con l’amaro in bocca e con il treno play off che si allontana.

Il primo turno di ritorno del campionato di Legadue Basket Eurobet, accorcia sensibilmente la classifica in vetta con sei squadre nel giro di due punti. Tutte le capolista: Casale Monferrato, Pistoia e Barcellona sono state sconfitte e rimangono a quota 20 punti, non ne approfitta Scafati sconfitta in casa e raggiunta a quota 18 da Bologna. In coda invece la lotta si fa sempre più serrata, mentre la Prima Veroli perde la sua ennesima partita in casa di Forlì e rimane ferma a 10 punti, il blasone della Ciociaria viene tenuto alto da una FMC Ferentino, vincente in casa contro Pistoia, decisamente lanciata che raggiunge quota 12 punti all’undicesimo posto e intravede l’ultimo vagone del treno play off. La cronaca: Forlì torna a vincere riscattando il ko di Verona e il quinto successo in sei gare arriva contro una Prima Veroli 84-73 sicuramente poco concentrata e molle in difesa anche se la differenza sono state le bombe di Spencer, 4/7 che ha firmato di fatto la vittoria. Buona la prova di Roderick (17) e Todic (13 punti e 16 rimbalzi), alla squadra di coach Marcelletti non sono bastati i 22 punti di Marigney e i 15 di Walker e Jurevicus. Il PalaFiera pieno come un uovo ha visto Spencer impegnato in duello col connazionale pari ruolo Erving Walker che nel primo periodo ha avuto tanto spazio consegnando palle d’oro al talentuoso Lester Marigney tanto è vero che la Prima ha chiuso il parziale in vantaggio. Poi i romagnoli hanno preso bene le misure ai giallorossi che nel secondo periodo hanno messo a segno soltanto 9 punti. I laziali approfittano che Spencer sieda in panchina per rifiatare e con il solito Marigney, con la complicità di Jurevicus e Walker limano lo svantaggio e si portano a – 2 per il 51-49. Nell’ultimo periodo coach Dell’Agnello delinea una difesa (zona alternata a uomo) che mette in soggezione Walker e compagni, Tessitori e Musso, due giocatori capaci, piazzano canestri che valgono oro, Veroli risponde timidamente, poi il passaportato Musso con due triple consecutive segna il confine e la squadra ciociara getta la spugna, le triple di Walker e Jurevicus a partita quasi spenta non bastano a mitigare il gap di 11 punti. Adesso per la Prima Veroli è tempo di tirare le somme perchè il saldo tra sconfitte e vittorie è in negativo e di pensare seriamente di correre ai ripari prima che sia troppo tardi. Ma non ci vengano a dire che: ” tanto non si retrocede”, sarebbe una giustificazione poco edificante per una società che ha sempre detto di puntare in alto e che economicamente è salda. Oppure stanno arrivando difficoltà di gestione? Sportivi e tifosi  sperano che sia soltanto un periodo di difficoltà di rendimento della squadra e non economico, altrimenti sarebbe come buttare alle ortiche il lavoro di tanti anni tra i professionisti. Intanto il treno play off si allontana!

 

FORLI’ : MUsso 8, Borsato 11, Natali 2, Simeoli ne, Todic 13, Roderick 17, Tessitori 6, Spencer 22, Soloperto 4, Basile 1. Coach Dell’Agnello.

 

VEROLI: Battaglia ne, Savo ne, Jurevicus 15, Infante 3, Walker 15, Bruttini 12, Rinaldi 6, Carenza ne, Rossetti, Berti, Marigney 22. Coach Marcelletti.

 

Arbitri: Pascotto, Migotto, Cherbaucich.

 

Parziali: 22-28; 43.37; 54-49, 84-73

 

Note: Forlì 2p 25/40, 3p 8/20, liberi 10/17, rimbalzi 36 off 10.

Veroli 2p 25/40, 3p 4/19, liberi 11/17, rimbalzi 29 off. 8.

Gianni Federico

( foto legadue)

Menu