La prossima settimana si decideranno le sorti della Società Basket Veroli dopo l’incontro tra il presidente Zeppieri e i componenti del Cda giallorosso. (di Gianni Federico)

Che il presidente della Prima Basket Veroli,  Zeppieri,  era rimasto solo nel  gestire la società lo avevamo intuito già a metà dello scorso campionato. Ma lui lo ha detto con molto rammarico nell’ultima conferenza stampa tanto attesa, durante la quale il patron giallorosso ha messo molto in risalto la crisi che sta attraversando la nazione, senza ufficializzare le prossime mosse in vista della prossima stagione agonistica: se ancora il Legadue Gold (così  si chiamerà dopo la rivoluzione federale),  quale sarà il roster, chi sarà il coach e dove si giocheranno le gare di regular season 2013-2014. Zeppieri, che non ha tutti i torti nel lamentarsi di essere stato lasciato solo,  ha detto a chiare note  che da solo non potrà reggere tutta la responsabilità societaria, per cui ha fatto appello a tutti di rimboccarsi le  maniche se vogliono la Legadue e una squadra degna della categoria, anche se non più a livello professionistico. La prossima settimana il presidente giallorosso convocherà l’assemblea dei soci e in base alle risultanze valuterà come comportarsi per il futuro che dovrà essere corredato da uno sviluppo di un progetto e impegni veri da coloro che faranno parte di quel progetto, non con una semplice stretta di mano, ma con l’impegno sia logistico ma soprattutto economico. Dunque nel giro di una settimana dopo il faccia a faccia con i pochi soci rimasti e  con il sindaco Giuseppe D’Onorio che si è impegnato, almeno sembra, a portare acqua al mulino giallorosso,  Zeppieri deciderà cosa fare. Intanto sembra scontato che coach Marcelletti, pur avendo ancora un altro anno di contratto, non sarà l’allenatore  di quella squadra (l’idea Antonello Riva sembra farsi più concreta),   che potrebbe, usiamo il condizionale, non chiamarsi più Prima Veroli ma cambiare sponsor. Per quanto concerne invece il campo di gioco per le gare interne del Basket Veroli al momento il Palas di Frosinone resta la scelta prioritaria, e anche qui Zeppieri ha avuto qualcosa da dire all’amministrazione comunale frusinate dalla quale si aspettava maggiore riconoscenza dopo i favori ricevuti per quanto concerne l’agibilità e i lavori interni ed esterni, mentre per gli allenamenti sembra si stia pensando di attrezzare il pallone pressostatico vicino al costruendo nuovo PalaCoccia (nella foto come dovrebbe essere una volta finito), un palazzetto dello sport che ha avuto diverse  modifiche negli anni ma  per il quale sembra ( la notizia non è stata ancora confermata), che  finalmente i lavori fermi da qualche mese  verranno portati a termine.  A questo punto  non resta che attendere le decisioni che prenderà il presidente  Zeppieri dopo aver ascoltato le volontà degli altri soci per conoscere il futuro del basket a grandi livelli a Veroli. Tutti sperano che le decisioni vertano su una rinascita societaria e della squadra che per tanti anni hanno  portato  alto il nome di Veroli, ma si spera soprattutto che vengano mantenuti  gli eventuali impegni, per far si che il sogno continui a trasformarsi in realtà.

Gianni Federico

Menu