12 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

La raccolta differenziata dei rifiuti e del porta a porta è giunta quasi al traguardo ed è in arrivo l’isola ecologica

Per  la raccolta dei rifiuti solidi urbani il comune di Veroli ha raggiunto il traguardo dell’ultima tappa per il loro destino  completando  l’operazione della raccolta differenziata e del porta a porta. Con una conferenza stampa  convocata dal sindaco Giuseppe D’Onorio e dall’assessore alla sanità e ai servizi ecologici Egidio Lombardi, nella sala conferenze della Galleria “ La Catena”,  l’amministrazione ha voluto dare la notizia alla cittadinanza attraverso i giornali dell’inizio dell’operazione raccolta rifiuti che farà risparmiare sia l’ente pubblico che le famiglie verolane. Giuseppe D’Onorio è orgoglioso per aver portato a buon fine un progetto che tutta l’amministrazione aveva in animo di realizzare, rammentando che sin dal 2010 la raccolta differenziata e porta a porta era stata sperimentata al Giglio di Veroli con successo ma con sole 780 utenze, estendendola un anno dopo nella contrada di Casamari con 3.090 utenze  per poi  distribuirla all’intero territorio e al centro storico che fino ad oggi era rimasto fuori da quel progetto, raggiungendo le 3098 utenze. Per cui nei primi tre mesi del 2010  la differenziata e la porta a porta era dell’8%, nel 2011 è salita al 10% nell’anno in corso, nei primi sei mesi ha raggiunto il 27% e si conta di arrivare al 50% per fine anno. “ Tutto questo – ha tenuto a precisare il primo cittadino – senza mettere mano ad aumenti della bolletta per i cittadini e anche per l’ente comunale e per di più a breve daremo vita all’isola ecologica che dovrebbe nascere nei pressi del Giglio di Veroli”.  L’assessore Lombardi ha detto di aver vinto una scommessa con se stesso, quella che prevedeva di eliminare  i vecchi cassonetti che deturpavano gli angoli della città storica che certamente non erano un bel biglietto da visita per i turisti. Per vincere la scommessa definitivamente però, il dottor Lombardi ha chiesto la collaborazione dei cittadini che per la verità fino ad oggi hanno dato risposte ed aiuti decisivi, almeno nelle zone già servite  dalla raccolta differenziata e del porta a porta. “ Il sindaco mi aveva  chiesto tempo fa  – ha concluso l’assessore – di differenziare questa città, bene, lo abbiamo fatto senza azioni repressive ma con azioni di civiltà e  coraggio, questo grazie alla ditta Sangalli che ci ha guidati nel nuovo sentiero della raccolta rifiuti ma anche e soprattutto ai cittadini che si sono mostrati sensibili e favorevoli a questa iniziativa che permette alla città di Veroli di fare un salto di qualità”. La conclusione del progetto raccolta rifiuti cambierà le abitudini di 750 famiglie , molte usano le compostiere, quindi meno immissione di co2, le altre la raccolta differenziata e porta a porta che funziona benissimo. La dottoressa Daniela Sangalli ha ribadito ancora una volta che i rifiuti speciali, tra i quali l’amianto,  possono essere ritirati telefonando al numero verde della ditta appaltatrice e non abbandonarli, come ancora purtroppo succede, sul territorio. La sangalli ha concluso dicendo che si sente orgogliosa di lavorare a Veroli dopo aver raggiunto un ottimo bilancio per la raccolta e un plauso va fatto ai cittadini che stanno seguendo questo trend per la differenziata che porterà molti vantaggi, soprattutto economici e di pulizia, per l’intera comunità. I responsabili della Sangalli hanno assicurato che le percentuali di raccolta differenziata sono in salite, si parla del 45% – 50% ma si devono raggiungere al più presto gli obiettivi di legge, solo allora il lavoro iniziato tre anni fa sarà concluso.

Gianni Federico

Menu