La sezione verolana de “La Destra” festeggia la nomina del dott. Giuseppe Fratarcangeli

Nella serata di ieri la sezione verolana de La Destra, in un noto ristorante della città, con una cena sociale ha inteso festeggiare la nomina del dott. Giuseppe Fratarcangeli, già segretario sezionale,  a vice segretario provinciale. Fratarcangeli affianca così il segretario Antonio Abate assessore alla Cultura dell’amministrazione Provinciale presieduta da Antonello Iannarilli. E’ stata una serata all’insegna della cordialità e dell’amicizia ma si è parlato soprattutto della situazione attuale dopo l’annuncio della rivoluzione delle province da parte del governo centrale.Il neo vice segretario provinciale Fratarcangeli nel suo intervento ha sottolineato: < La necessità di stringere i tempi in occasione delle prossime elezioni comunali a Veroli per le quali La Destra ha in animo di esprimere un proprio candidato, dovrà essere un soggetto pronto a dure battaglie nel futuro per cuik stiamo valutando molte possibilità e non escludiamo di poter inviduare un candidato che risponda a queste caratteristiche. Per quanto mi riguarda sono contento della nomina, cercherò di lavorare a fianco dell’amico Antonio per portare La Destra sempre più avanti>.  L’assessore Abate ha ringraziato Fratarcangeli della disponibilità e ha dichiarato: < Quello del governo è un brutto disegno, un disegno che rimodula perimetri, gli spazi e le funzioni delle province, è un errore sociale e culturale ma soprattutto istituzionale – prosegue l’assessore Abate – e le conseguenze saranno disastrose sulla crescita civile e sociale anche della nostra comunità. Fare chiarezza sulla spesa pubblica è una cosa giusta, rivedere tutto il sistema della governance locale è senza dubbio necessario, ma l’opera che vuole compiere Monti somiglia molto ad una macelleria sociale.

Noi non vogliamo essere oltremodo motificati e il nostro territorio è da sempre oggetto di assurdità politiche per questo dico che i professori della Bocconi sono assolutamente inadeguati a governare per cui c’è necessità di tornare a votare e per questo La Destra è pronta>. Nella stessa giornata di ieri la sezione verolana del partito del presidente Francesco Storace ha divulgato un volantino nel quale si legge: < Grazie all’aiuto del Pd, del Pdl e dell’Udc, il governo Monti è riuscito nell’impresa di farci diventare la Nazione più tassata del mondo. Un primato che a noi de La Destra non ci rende fieri e che ci fa dire ad alta voce che : avevamo ragione noi. Quando all’inizio del governo del banchiere Montidicevamo che sarebbe stato un massacro sociale perchè a pagare i debiti di una classe politica indecente, sarebbero stati gli italiani del ceto medio. Non i ricchi, non le banche, non i manager super pagati, ma gli Italiani che con il lavoro di una vita erano riusciti a comprare una seconda casa, una bella macchina e ad avere un conto in banca con dei risparmi per il futuro dei figli. Le barzellette di Monti e di chi lo appoggia in Parlamento hanno stufato e stanno distruggendo l’Italia. Ad oggi – continua il volantino – nessuna riforma seria è stata fatta. I professori della Bocconi non sanno nemmeno fare i conti per capire quanti esodati ci sono in Italia, non hanno toccato i privilegi della Casta Politica, hanno tagliato i servizi ai cittadini come la sanità e la scuola ma non gli stipendi dei parlamentari>. Nel volantino alla fine c’è un grande appello rivolto a tutti quelli che ancora credono nella democrazia. < Ci rivolgiamo a te. A te che leggi questo volantino, a te che pensi che il voto utile sia da dare al Pd e al Pédl, che sono stati complici del governo Monti, che ti hanno tolto la libertà di decidere il tuo futuro e quello dei tuoi figli. A te diciamo: Non li votare più! >.

Gianni Federico

Menu