5 novembre 2015 redazione@ciociaria24.net

La Tecnocasa in una conferenza stampa ha fatto il punto sul mercato immobiliare e creditizio

Lo scorso 30 di ottobre, presso la sala della Villa Comunale a Frosinone, si è svolta una conferenza stampa della Tecnocasa durante la quale si è discusso sul mercato immobiliare e creditizio. Nel dibattito è emerso che sicuramente anche nell’area di Frosinone la casa, per usare un eufemismo sportivo, punta alla serie A, visto che le compravendite sono in ripresa e la domanda è in aumento. Questo in sintesi il contenuto della conferenza stampa organizzata dal Gruppo Tecnocasa e i temi affrontati sono stati raccontati con dovizia di particolari dai relatori: Gianni Roscioli, Consulente Tecnocasa; Roberto valente, Affiliato Tecnocasa; Giuliano Paglia, Affiliato Tecnocasa; Vincenzo valente, Affiliato Tecnocasa Immobili per l’Impresa e Giuseppe Di Razza, responsabile d’Area Kìron Partner Spa. Il Gruppo Tecnocasa, presente in tutto il mondo, vanta una struttura ben consolidata e capillare anche in Provincia di Frosinone. I relatori, hanno illustrato in maniera minuziosa l’andamento attuale del mercato immobiliare e creditizio a Frosinone e Provincia. Nella prima metà del 2015 Frosinone ha visto un calo dei prezzi pari a -4,2% rispetto al semestre precedente. Oggi invece il mercato è più dinamico grazie al ribasso dei prezzi dei semestri precedenti che, unitamente a una ripresa dell’erogazione di mutui da parte delle banche, determina un aumento della domanda e tempistiche medie di compravendita di diminuzione. La tipologia più richiesta è il trilocale con il 51,7% delle preferenze, a seguire il bilocale con il 24,9%. L’analisi della disponibilità di spesa evidenzia che il 56% dei potenziali acquirenti rientra nella fascia entro 119 mila euro e il 29,5% si colloca nella fascia successiva (120-169 mila euro). Il trilocale è anche la tipologia più presente sul mercato, che rappresenta il 38,6% dell’offerta, seguiti dai quadrilocali con il 21,8%. Inoltre, sempre nel primo semestre, in città si registra un aumento delle compravendite pari a +25%; al contrario, la provincia chiude il semestre in calo del 5,9%.Per quanto riguarda il mercato del credito nel secondo trimestre 2015 le famiglie del Lazio hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per 1.397,6 milioni di euro, che collocano la regione al secondo posto per totale erogato in Italia, con un’incidenza del 13,67%. In particolare la provincia di Frosinone ha erogato volumi per 33,3 mln di euro, facendo registrare una variazione pari a +60,1%. Nel primo semestre del 2015, infine, l’importo medio di mutuo nella nostra provincia si è attestato a circa 97.900 euro. Alla fine della conferenza stampa molto seguita da tutti gli operatori del settore che erano riuniti a Frosinone, ma anche da un numeroso gruppo di cittadini interessati, abbiamo chiesto al Dott. Gianni Roscioli, dell’Agenzia Tecnocasa di Veroli, come mai nella nostra provincia le compravendite sono scese del -4,2% rispetto agli ultimi sei mesi del 2014. –  “ Il -4,2% come avete potuto sentire durante la conferenza stampa – ha detto Roscioli – si sta allineando ai restanti capoluoghi di provincia della Regione Lazio, negli ultimi anni aveva perso circa il 33, 9% e comunque la provincia di Roma e di Viterbo erano di poco sotto questa soglia. Tutti i trend comunque sono destinati a cambiare perché in questo anno 2015 c’è molta più facilità da parte dei nostri clienti, accedere ai mutui visto che le banche hanno allentato i cordoni creditizi e per quanto ci riguarda all’interno del nostro staff abbiamo la Kìron che ci dà una grossa mano per chiudere i trasferimenti. “ – Dott. Roscioli, con le vostre agenzie, che sappiamo molto ramificate nel tessuto sociale, avete una parte di mercato che portate sempre a buon fine per quanto riguarda i rogiti, è così? – “ Si, dove noi siamo ubicati, nelle nostre agenzie, la soglia di mercato che riusciamo a negoziare e che alla fine riusciamo a chiudere è pari al 30-50% per questo nel momento in cui mettiamo un immobile sul mercato, uno su due riusciamo a portarlo al rogito. Questo naturalmente avviene perché siamo riusciti a rendere il mercato più dinamico con una azione mirata sui prezzi al ribasso, anche se ancora c’è molta richiesta di affitti soprattutto nella zona di Cassino . Ma come ripeto, dal primo semestre di questo 2015 i nostri uffici hanno registrato un aumento delle richieste di compravendita e nella conferenza stampa questo dato è stato salutato con entusiasmo”. – Da quello che abbiamo sentito dal Dott. Gianni Roscioli la Tecnocasa può azzardare a fare alcune previsioni per la fine di questo tormentato 2015. Ci potrebbe essere dunque un aumento delle transazioni stimato attorno alle 430 e 440 mila compravendite. Per quanto concerne invece i prezzi la Tecnocasa prevede nelle grandi città un ribasso dei valori compreso tra il -4% e -25% mentre la stabilità è prevista nel 2016 per confermarsi poi nel 2017.

Gianni Federico

Menu