L’Assessore Barbara Crescenzi con le dimissioni a sorpresa ha lasciato l’incarico per divergenze con l’Amministrazione

Il capogruppo della lista “Cittadini di Veroli”, Lazzaro Cestra, in merito alle dimissioni dell’assessore Barbara Crescenzi (nella foto), già componente della Giunta del Comune di Veroli e facente riferimento politico proprio alla suddetta lista, sull’argomento con un comunicato stampa precisa quanto segue: – “La decisione del Sindaco di procedere all’avvicendamento degli assessori in Giunta è stata comunicata sin dall’insediamento dell’Amministrazione nel primo Consiglio Comunale. Decisione, questa, ribadita dal nostro Sindaco anche alla stampa, come si evince inequivocabilmente dall’articolo del 13/12/15 pubblicato sul quotidiano “Ciociaria Editoriale Oggi”, dove Cretaro dichiarava testualmente: “Subito dopo le festività Natalizie si procederà ad un’alternanza in Giunta, e la stessa avverrà in modo graduale”. Tale programmazione non scaturisce dalla sola volontà del Sindaco. E’, chiaramente, una programmazione politica sulla quale converge l’intera maggioranza che, uscita vincitrice dalle ultime elezioni, sostiene in questa legislatura l’Amministrazione. E di tale avvicendamento, né il Sindaco, né tantomeno la maggioranza, aveva fatto trapelare nomi. Ora l’assessore Barbara Crescenzi, subito dopo le festività natalizie, dopo un’assenza prolungata dall’attività politico-amministrativa, seppur per cause personali e, soprattutto, di salute per le quali va tutta la nostra vicinanza e solidarietà, presenta improvvisamente le dimissioni. Una presa di posizione forte, senza preavviso alcuno, nemmeno al nostro gruppo consiliare che l’aveva proposta al Sindaco. Un atto, quindi, personale a cui deve rispondere esclusivamente la Crescenzi, senza gettare responsabilità su altri. Non contenta, la Crescenzi ora esce anche con un comunicato con il quale parla di divergenze con l’Amministrazione. Al riguardo, non posso che manifestare la mia sorpresa più totale in quanto, durante tutto il suo mandato, il già assessore non ha mai sollevato, nelle sedi opportune, alcun tipo di disaccordo o contrarietà rispetto alle decisioni e alle iniziative assunte dalla maggioranza. Nel manifestare questo suo profondo disagio, seppur postumo, la sig.ra Crescenzi, tra l’altro, si è guardata bene dal confrontarsi personalmente con il Sindaco, che l’ha nominata, con la Giunta, che ha condiviso con lei diversi mesi di amministrazione, e con la maggioranza, che ha votata la fiducia alla Giunta. Un tale confronto avrebbe probabilmente disturbato l’operazione che andava, malamente, allestendo a tavolino, con la collaborazione magari di qualche suggeritore politico che probabilmente si manifesterà nei prossimi giorni, al fine di sporcare l’immagine dell’Amministrazione. Evidentemente attraverso il comunicato stampa ha trovato le “giuste parole” per esprimere tutto il suo disappunto.   Si tratta di una vicenda inverosimile ed assurda, sulla quale è inutile scomodare parole che abbiano a che fare anche solo lontanamente con la correttezza Istituzionale e, soprattutto, con il rispetto delle persone che hanno accordato la loro fiducia. Un tale comportamento risulta evidentemente in contrasto e poco coerente con i valori annunciati e rivendicati dalla diretta interessata.  Per tutti gli opportuni chiarimenti, sensibilizzo vivamente la sig.ra Barbara Crescenzi a confrontarsi con il Sindaco e con l’intera maggioranza al fine di poter chiarire direttamente le tante incomprensioni, con la speranza, finalmente, di avere un positivo riscontro.” – Questo il comunicato stampa del capogruppo della lista civica ” Cittadini di Veroli” che appoggia l’amministrazione di centrosinistra del sindaco Simone Cretaro. Di seguito pubblichiamo anche il comunicato diffuso dall’ormai ex Assessore Barbara Crescenzi che spiega le sue verità. –  «Ho atteso l’ufficializzazione delle mie dimissioni prima di spiegarne i motivi – ha affermato Barbara Crescenzi – Ho atteso per un senso di rispetto verso l’amministrazione, rispetto ahimè non ricambiato e che dimostra quanto i rapporti fossero ormai giunti ad un bivio. Mi sorprende, ma non tanto, o forse per niente, l’indifferenza e la leggerezza nelle dichiarazioni del sindaco che con molta superficialità ha parlato di un rimpasto di giunta anticipato del quale non ero informata, o perlomeno non adesso. Credo che dopo 18 mesi di collaborazione, i cittadini meritassero più spiegazioni che da Palazzo Mazzoli non sono arrivate. Lo faccio io in quanto credo di doverne dare ai cittadini che da sempre seguono le vicende politiche della città. In merito alla mia assenza alle riunioni di giunta di questo ultimo mese – ha aggiunto Crescenzi – non sono frutto di un escamotage politico né mancanza di responsabilità riguardo ad una decisione che non condividevo, ho sempre esposto le mie volontà e rimostranze senza la preoccupazione di eventuali reazioni avverse, sono politicamente “libera” fortunatamente, bensì problemi legati alla mia salute che non mi permettavano di affrontare situazioni di pressione alla quale sono stata sottoposta mancando di quel rispetto dovuto e imprescindibile. Ho portato avanti i miei principi e mantenuto i miei ideali fondati sulla coerenza e trasparenza della gestione politico amministrativa. In 18 mesi ho lavorato con molta discrezione rispettando le scelte politiche di tutti pur facendo sentire il mio dissenso in molte occasioni, ma le parole debbono essere accompagnate dai fatti che in questi ambienti si traducono in accordi che venivano meno quando gli interessi personali superavano quelli collettivi! Ho “obbedito” quando ciò che veniva ordinato era superabile nei confronti della mia coscienza e protestato cercando di far sentire le mie ragioni, quando le situazioni di totale indifferenza e distacco mi allontanavano da quello che era il mio lavoro e le mie competenze, affidate a favore di chi avrebbe forse preso il mio posto. Ho cercato di capire la politica e la politica ha cercato di cambiare – ha concluso Barbara Crescenzi – ma abbiamo fallito entrambe».

 

 

 

 

 

 

Menu