27 settembre 2012 redazione@ciociaria24.net

Moraldi: “Differenziare l’immondizia? Prima differenziamo le coscienze” (di Gianni Federico)

In questa occasione il consigliere del Pdl Mino Moraldi cerca di sensibilizzare la maggioranza su alcune questioni inerenti le cattive abitudini dei cittadini dell’intero territorio che non rispettano le direttive comunali riguardo la differenziata, ma soprattutto una certa stitichezza da parte di molti che abbandonano in ogni angolo del vasto territorio, materiale di ogni genere. Ancora una volta il dott. Moraldi si rivolge al nostro giornale ma anche ad altri, per sottolinerareil suo dissenso verso certi comportamenti che magari a molte persone a tanti molti cittadini sfuggono.

«Muovendomi frequentemente per il vasto territorio della nostra città, mi capita spesso di imbattermi in scene di abbandono di rifiuti e materiali di vario genere nei posti più disparati e nelle maniere più indiscriminate». Con queste parole il consigliere comunale Mino Moraldi lancia il suo appello per una maggiore sensibilizzazione dei propri concittadini verso l’utilizzo delle forme di smaltimento previste dalla legge. «Mi rendo conto di come e quanto possa essere difficile per i vigili urbani controllare tutte le strade di Veroli, soprattutto in campagna dove magari può essere più frequente il fenomeno dell’ abbandono indiscriminato di immondizia. Tuttavia arrivare a trovare ai margini della strada un divano-letto vuol dire che qualcuno ha avuto la briga di caricarlo su un mezzo, trasportarlo fin lì e poi in maniera indisturbata scaricalo. Un’operazione simile non può essere compiuta senza passare inosservati e, soprattutto, non può essere compiuta da una sola persona».

Per questo motivo e considerata l’energia, personale ed amministrativa, che sta impiegando l’assessore all’ambiente, Egidio Lombardi, ritengo che a un’ operazione così capillare e minuziosa di indottrinamento ambientale, si dovrebbe affiancare anche la volontà dei cittadini di cambiare le proprie coscienze. È soltanto con un mutamento di mentalità che finalmente potremo puntare al miglioramento dell’ambiente in cui viviamo. Oltre a differenziare la raccolta dei rifiuti, sarebbe il caso di cominciare anche a differenziare le persone, magari anche con qualche sanzione esemplare e impegnandosi a cercare chi compie questi gesti irrispettosi della nostra natura e della nostra storia di cittadini». Infatti il dott. Moraldi con questo intervento ha cercato di smuovere le coscienze dei suoi concittadini, che per questioni legate all’abitudine, non fanno mai caso se la comune immondizia che produciamo ogni giorno oppure una lavatrice, un mobile, un divano e quant’altro possono diventare pericolosi per la salute e per l’ambiente. Dunque chi commette certi reati, perchè di questo si tratta, è un individuo senza ritegno e senza un minimo di cervello. E poi dicono che la Ciociaria è una terra meravigliosa!

Gianni Federico

Menu