26 febbraio 2016 redazione@ciociaria24.net

Poliambulatori sanitari di Veroli, precisazioni del sindaco Cretaro

In merito alle notizie di stampa sui poliambulatori sanitari di Veroli, il Sindaco Simone Cretaro ed il presidente della Commissione Consiliare Sanità, Egidio Lombardi, precisano quanto segue:

“Sindaco, presidenza della Commissione Consiliare Sanità e direzione sanitaria del Distretto “B” di Frosinone sono in assoluta sintonia nell’impegno comune di mantenere, accrescere e sviluppare l’offerta dei poliambulatori specialistici presenti a Veroli, come espressamente previsto anche nell’ultimo Atto Aziendale della ASL di Frosinone. Tale potenziamento dei servizi richiede spazi adeguati che sono stati individuati nei locali dell’ex ospedale di Veroli “Umberto I”, nei quali saranno effettuati interventi tecnici per renderli agibili, come disposto dal Direttore del Distretto B, dott. Francesco Carrano, con comunicazione del 23/02/16”.

Far circolare la notizia di un trasferimento dei poliambulatori di Veroli a Frosinone, confondendo le omonime denominazioni degli ex ospedali “Umberto I”, è sembrato ricercare un improbabile scoop giornalistico con le conseguenti inutili polemiche, senza rendersi conto che un tale atteggiamento produce esclusivamente disinformazione rispetto ai cittadini e sconcerto negli operatori sanitari impegnati professionalmente sul nostro territorio. L’Amministrazione tutta ed il direttore sanitario dott. Francesco Carrano sono uniti nel contribuire insieme a raggiungere l’obiettivo prefissato: potenziare i poliambulatori specialistici che, senza alcun dubbio, rimarranno a Veroli.

Avere la collaborazione, la disponibilità e soprattutto la competenza del dott. Carrano è per noi motivo di soddisfazione ed orgoglio perché consapevoli di esserci mossi bene per favorire la nostra Comunità. Finalmente potremo avere un’integrazione tra assistenza sanitaria di base e specialistica sul nostro territorio che sarà a disposizione anche dei centri limitrofi. E’ un obiettivo realistico per il quale ci siamo impegnati congiuntamente, a prescindere dai ruoli e dalle collocazioni politiche. Pertanto, ribadiamo che in materia di sanità e servizi primari non potranno esserci polemiche o divisioni perché siamo impegnati congiuntamente nel raggiungere l’obiettivo primario che è quello di dare servizi sanitari adeguati ai nostri cittadini”.

Menu