3 febbraio 2014 redazione@ciociaria24.net

Terzo scivolone consecutivo per la GZC Veroli che perde a Brescia 70-61, la squadra di coach Ramondino deve riordinare le idee

BRESCIA:  Slay 2, Rinaldi 10, Loschi 4, Fultz 12, Giddens 19, Bushati 10, Procacci ne, Di Bella 11, Cuccarolo 2, Maspero. All. Martelossi.

VEROLI: Sanders 13, Cittadini 15, Tomassini, Samuels 8, Casella 7, Rossi 7, Giammò ne, Blizzard 8, Fabiani, Carenza 3. All. Ramondino.

Arbitri: Ciaglia, Tirozzi, Scudieri.

Parziali: 15-15; 19-11; 14-13; 22-22; finale  70-61

Note : Spettatori 2000 circa.

Per la GZC Veroli è arrivata la terza sconfitta consecutiva ad opera della Centrale del Latte Brescia al Pala San Filippo, dopo una gara per tre quarti equilibrata ma che alla fine ha premiato la squadra di casa. Quello tra i Lombardi e i laziali era uno scontro per due squadre da diverse settimane in crisi di risultati, specialmente per Brescia che proveniva da un periodo sicuramente tragico e povero di risultati, e come per incanto Veroli ha fatto il miracolo facendo vincere la squadra di coach Martelossi. Questo perchè francamente nelle ultime tre partite la GZC non è più quella del girone di andata, è una squadra trasformata, che non esprime più quel gioco spumeggiante,  non spinge più, non ha concentrazione  e soprattutto non difende bene. Nonostante una buona partenza targata Cittadini e con tanti punti dalla media e da sotto, nei tiri da tre Veroli sembra negata, infatti i due tentativi, il primo di Casella, il secondo di Tomassini vanno a vuoto. L’ex Rinaldi invece è attivo e  contribuisce a tenere alto il morale della squadra bresciana che nel secondo periodo trova un allungo grazie al break di 7-0 con i punti pesanti dell’altro ex  di turno Bushati, dello stesso Rinaldi e Di Bella e alla sirena del riposo i ciociari sono sotto di 8 lunghezze 34-26. Inizio della seconda parte della gara con Veroli che cerca soluzioni per riprendere la gara e ci riesce grazie alla buona giornata di Cittadini e la tripla di Rossi. Sostanziale equilibrio fino alla fine del terzo periodo che non premia nessuna delle squadre in campo, ma Brescia, trascinata dai suoi tifosi sembra avere una marcia in più e gioca con più entusiasmo, gelato però dalla tripla di Blizzard che riporta i giallorossi in partita a soli due possessi da quelli della Leonessa. Molto probabilmente per la squadra di coach Ramondino non è un periodo buono, gli errori al tiro e le palle perse, dando seconde opportunità ai padroni di casa, sono il sale della partita e Brescia non si fa pregare per avviare un nuovo allungo che riesce a mantenere fino alla fine della partita, i laziali negli ultimi minuti non hanno mai dato l’impressione di poter reagire, anzi, continuano a sbagliare canestri facili e dei tiri dai 6,75 neanche l’ombra. Il risultato finale è di 70-61 in favore della Centrale del Latte Brescia che cancella la striscia negativa e si rilancia alla grande verso la zona play off. I  giallorossi invece che collezionano la terza sconfitta consecutiva dopo quelle di Napoli e Trapani, a questo punto c’è la necessità di fermarsi un attimo e riordinare le idee , ma subito, perché giovedì c’è l’altro scontro casalingo con Casale Monferrato che vuole attaccare la zona play off. La GZC Veroli deve vincere la partita con i piemontesi a tutti i costi, pena la scivolata repentina fuori dalla zona nobile della classifica.

Gianni Federico

Menu