18 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Tra otto mesi i verolani saranno chiamati alle urne ma sono tante le incognite sui nomi dei candidati a sindaco del centrodestra e del centrosinistra ( di Gianni Federico)

Tra meno di  otto mesi i verolani saranno chiamati alle urne per eleggere il nuovo sindaco e la nuova amministrazione, una scelta sicuramente difficile da parte dei cittadini visto che dovranno rinnovare un esecutivo che dovrà prendere delle decisioni importanti per le future sfide riguardanti gli aspetti sociali, quelli economici e tutti i progetti di crescita per la città e il territorio. Certamente molte cose sono state fatte dal sindaco D’Onorio e dalla sua maggioranza, ma tanti progetti  sono rimasti sulla carta oppure sono ancora incompiuti e comunque non tutte le colpe sono da attribuire al sindaco e alla maggioranza ma ad una situazione politica nazionale incerta che non da garanzie agli enti locali in Italia e di conseguenza questi ultimi non possono progettare il futuro e quindi la crescita della comunità. Ma a parte questo, cerchiamo di capire chi tra otto mesi avrà il coraggio, è il caso di dirlo, di prendere la pesante eredità di Giuseppe D’Onorio. C’è qualcuno, perché da più parti arrivano  voci di una possibile scelta tra Germano Caperna e Simone Cretaro ( nella foto ), rispettivamente assessore alle politiche giovanili sport e turismo e assessore e vice sindaco, per una eventuale candidatura alla poltrona (si fa per dire perché è un semplice scranno e anche scomodo) di sindaco.  Intanto c’è da dire che i due nomi che circolano non sono  nuovi sull’elenco dei possibili papabili  al posto di D’Onorio, c’è da aggiungere che da molto tempo è iniziata la lotta interna al Pd locale per conquistare il posto al sole! Qualcuno ha detto che al di fuori del duo Caperna-Cretaro non ci sono nomi di altri pretendenti al “soglio” di primo cittadino. Bè, è sicuramente male informato, perché ad esempio Danilo Campanari oltre ad organizzare una lista civica ha già suggerito di fare le primarie per scegliere il candidato a sindaco e siccome l’ex primo cittadino ha ancora molto peso nella numenclatura del Pd provinciale, tutto è possibile a questo punto. Ma gli altri due assessori, quelli più battaglieri e accigliati, vale a dire Assuntina Parente e Cesidio Trulli cosa fanno? Da quello che siamo riusciti a sapere sembra che addirittura non vogliano partecipare alla gara, anzi, i più informati dicono che addirittura hanno in animo di lasciare la politica definitivamente. Possibile? C’è qualcuno che invece giura il contrario e che i due stiano lavorando sotto banco per arrivare proprio alla poltrona più ambita. Si, ma quale dei due avrà questo onore? Trulli sembra quello favorito, ma da chi? Il simpatico e intelligente Michele Verro dopo aver dato l’aut aut a Campanari ora potrebbe cantarle anche a Trulli e allora? Come succede nelle migliori famiglie le decisioni le prendono il padre e la madre. In questo caso papà Danilo Campanari che ha già lanciato le primarie che decideranno democrat…icamente, chi sarà il prescelto candidato sindaco. Intanto il presidente del consiglio comunale Adriano Uccioli pure lui pensa a candidarsi, ma con la sinistra o con il vecchio amore la destra?  Abbiamo raccontato tutto quello che riguarda il centrosinistra, nel centrodestra invece che cosa si sta pensando di fare per cercare di battere finalmente l’odiato avversario?  Ma questa è un’altra storia ancor più delicata e intrigata che racconteremo a breve!

Gianni Federico

Menu