Veroli: «Dopo 30 anni valorizzeremo la nostra montagna», parola di Cretaro. Ecco come

Il Consiglio Comunale, nella seduta del 26 giugno, ha approvato tutte le voci all’ordine del giorno che vedevano importanti argomenti che riguardano la futura gestione del territorio prettamente montano e quella di importanti servizi come la polizia locale ed il trasporto pubblico urbano. Prima di affrontare tali argomenti, la minoranza ha presentato interrogazioni che, sostanzialmente, sono state improntate tutte sui rapporti con la maggioranza e, in particolare, Campanari, Diamanti e Rufa hanno lamentato di essere coinvolti con una tempistica troppo breve per poter dare anche loro un contributo alla soluzione delle problematiche.

“Prendiamo atto che la minoranza intende fare un’opposizione costruttiva – ha risposto il sindaco, Simone Cretaro – ma è bene puntualizzare che le procedure regolamentari sono state rispettate tutte. Chiaramente sono i rapporti stessi che portano la maggioranza ad avere un ruolo di responsabilità e di indirizzo che è superiore rispetto ai colleghi della minoranza. Importante è il rispetto delle regole e la disponibilità che abbiamo ad ascoltare le proposte di tutti”.

Il Consiglio ha approvato il nuovo piano forestale, vero e proprio piano regolatore della montagna. Un atto, questo, che si protraeva già dalla trascorsa legislatura e che l’amministrazione ha voluto fortemente approvare dopo aver riscontrato con la Regione che era indispensabile per poter finalmente programmare quei servizi e quei pochi interventi infrastrutturali possibili su un territorio montano molto vasto, specie quello del pianoro di Prato di Campoli, che è tutelato con numerosi vincoli paesaggistici dalla legislazione vigente in materia.

“Abbiamo invertito la strategia – ha detto il sindaco, Cretaro – perché per oltre trent’anni abbiamo sempre pensato di poter realizzare sulla nostra montagna chissà cosa e siamo rimasti sempre fermi. Siamo fiduciosi che con lo strumento tecnico appena approvato e con la collaborazione della Regione Lazio, riusciremo a concretizzare nel rispetto della normativa servizi per quanti amano e, soprattutto, rispettano la montagna.

I turisti devono sapere che il nostro patrimonio montano è indubbiamente interessante ed unico ma va rispettato e non danneggiato”. Sono stati, infatti, toccati anche dall’assessore all’ambiente Alessandro Viglianti e dal suo predecessore, Egidio Lombardi, quegli argomenti che potrebbero essere finalmente regolamentati, come le soste lungo la provinciale, l’area per camperisti e per campeggiatori su Prato di Campoli, nonché il taglio del bosco. “Ma è bene che si sappia, che occorre sempre andare in montagna come se si andasse ad un santuario e, cioè, rispettare l’ambiente ed il paesaggio” hanno detto entrambi gli amministratori.

Il Consiglio ha, quindi, approvato anche la nuova toponomastica presso la contrada Case Campoli in Casamari, nella zona di nuovo insediamento residenziale, dando la denominazione a due strade in Viale Europa e viale Lazio mentre la piazza è stata intitolata al medico Ignazio Cianchetti, in vita ricordato come un professionista a disposizione di tutti. Sono stati, poi, approvati anche il nuovo regolamento della Polizia Locale ed il regolamento del traffico e sosta nel centro storico, nonché la convenzione per il servizio associato del trasposto urbano con alcuni comuni limitrofi tra cui Alatri e Boville Ernica.

Liquidati, infine, anche l’adesione di Veroli all’iniziativa europea sulle dimensioni delle città per la fruizione delle medesime da parte dei bambini, nonché approvata la proposta di deliberazione del movimento 5 stelle con la quale il Comune di Veroli richiede alla Regione Lazio di attivarsi in merito alle risultanze del referendum sull’acqua bene pubblico. Tale voce è stata approvata con la premessa che il Consiglio è a conoscenza delle problematiche connesse ai ricorsi sulle competenze tra Stato e Regioni e che il Comune di Veroli, da sempre, è impegnato a sostenere il bene primario dell’acqua. Ciò al fine di scongiurare ogni strumentalizzazione politica su tale rilevante argomento. Su tali atti approvati seguiranno relativi specifici comunicati nella settimana seguente.

Menu