Veroli: interventi di riqualificazione e sicurezza degli svincoli della superstrada sul territorio comunale

Procedono speditamente gli interventi di riqualificazione e sicurezza degli svincoli della superstrada sul territorio comunale di Veroli. Si tratta di interventi finanziati dalla Regione Lazio con l’approvazione del progetto “Veroli Sicura” e che, oltre alla riqualificazione degli svincoli della superstrada, aveva interessato il centro storico con l’installazione delle telecamere in punti sensibili quale strumento di prevenzione di eventuali danneggiamenti ed altri gesti inconsulti che possono essere effettuati da persone male intenzionate. “Siamo riusciti a sbloccare la situazione – dice il sindaco, Simone Cretaro – perché i lavori interessavano diverse Autorità tra cui l’Astral e la Provincia di Frosinone, enti che hanno dovuto rilasciare appositi nulla osta ed autorizzazioni per consentire al nostro ente di poter intervenire. Superate tali necessarie fasi tecnico-amministrative,  che non nascondiamo ci hanno fatto perdere del tempo, i lavori sono iniziati e stanno procedendo celermente al fine di rimuovere quelle condizioni di abbandono e, soprattutto, dare un adeguato decoro su svincoli dai quali transitano migliaia di autoveicoli con persone quotidianamente. Dare un’immagine funzionale di quello che rappresenta il nostro territorio, è stato alla base della fase progettuale approvata dalla regione Lazio con l’attribuzione del finanziamento”. Sugli svincoli, oltre al rifacimento delle aiuole spartitraffico e del manto erboso delle medesime, verrà potenziata e resa maggiormente efficiente l’illuminazione e, soprattutto, verranno adeguate, razionalizzate e rese più visibili e comprensibili, le innumerevoli segnaletiche presenti in loco. Si tratta di lavori per un importo complessivo di euro 40 mila che sono stati finanziati dalla legge regionale n.15/2001 nell’ambito del miglioramento del sistema integrato di sicurezza del territorio regionale.  “Non è possibile – continua il sindaco Cretaro – che a pochi chilometri dal centro storico, come per lo svincolo del Giglio, oppure a ridosso dell’abbazia cistercense di Casamari, sede di centinaia di visitatori e turisti al giorno, le indicazioni siano inadeguate ed anche carenti. Con gli interventi in corso riusciremo a colmare questa carenza, innalzando la qualità della nostra rete stradale affinché coloro che giungono a Veroli possano senza difficoltà ed in sicurezza dirigersi verso il centro storico oppure nelle varie contrade presenti sul nostro territorio. Sicuramente con gli interventi in  corso tutto ciò sarà facilitato”.  – Fin qui il sindaco Cretaro, persona molto sensibile e attenta alle problematiche cittadine. Ci permettiamo però aggiungere che quando si parla di segnaletica, noi abbiamo tante volte evocato questo problema  sul nostro giornale, che a Casamari per esempio, contrada di Veroli quindi non è comune, la segnaletica verso la città non esiste. Tanto meno all’uscita della superstrada, in territorio verolano, è indicata la contrada ma non la città, che, una uscita prima andando verso Sora, viene segnalata addirittura a 18 chilometri mentre in realtà sono appena 9. Per questo suggeriamo al sindaco Cretaro di farsi sentire presso l’ente proprietario dell’importante arteria, affinchè venga dato maggior risalto ad una delle città più importanti della provincia in termini di storia e di arte.  Ancora, sarebbe opportuno ripristinare le tabelle di confine del territorio comunale che in tutti i casi: (Casltelmassimo, Strada verolana seconda confine con Alatri, Casamari confine con Monte San giovanni, Fontana Fratta con Sora e ai confini con Torrice, Strangolagalli e Boville), sono stati tolti, oppure sono vecchi e storti o mancanti, ma soprattutto posizionarli in alto e ben visibili.  Dunque ben vengano gli interventi di riqualificazione degli svincoli stradali, ma una maggiore attenzione alla promozione della città di Veroli sarebbe opportuna. Anche attraverso le segnaletiche stradali e turistiche.

 

Menu