Veroli: “Saperi e Sapori” un appuntamento che mette in risalto Il Borgo Medioevale di S. Croce una delle perle della città

“Saperi e Sapori” nel borgo medioevale di Santa Croce in Veroli. Parte domani sabato 21 maggio l’iniziativa finalizzata alla valorizzazione dei prodotti tipici e, in particolare, del pane e della ciammella verolana e di tanti altri prodotti della panificazione e dolci secchi, in uno dei luoghi più caratteristici del centro storico di Veroli. L’appuntamento è promosso dal Comune di Veroli in collaborazione con la Camera di Commerci di Frosinone, la Pro Loco di Veroli ed ha beneficiato del contributo della Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio. “L’Amministrazione punta molto sulla promozione del borgo Santa Croce – dice il sindaco, Simone Cretaro – e la manifestazione di questo fine settimana continua un percorso già iniziato nella primavera dello scorso anno. Oltre al luogo, dall’indubbio valore artistico e paesaggistico, l’obiettivo è quello di sensibilizzare le nuove generazioni ad avvicinarsi alla cultura dell’eno gastronomia di qualità, qual è quella della filiera dei prodotti della panificazione che vede Veroli tra i centri leader a livello provinciale e regionale in quanto sede di numerose piccole imprese impegnate nel settore”. Il pane di Veroli viene, infatti, venduto non solo in ambito locale, ma anche in tutta la provincia di Frosinone ed in numerosi centri del Lazio, tra cui la capitale Roma. Un settore questo che impiega diversi addetti e che ha tutte le potenzialità per poter diventare trainante dell’economia artigianale e commerciale locale. Le adesioni all’iniziativa sono state davvero molto numerose. Saranno, infatti, circa cinquanta gli espositori di prodotti della panificazione e di altri prodotti tipici come l’olio, della norcineria, dei formaggi, dolci, tartufi e cannellini, vino e birra artigianale, ma anche prodotti artigianali di ricamo, bigiotteria, stoffe e quadri, che animeranno fino a tarda sera il borgo medioevale di S. Croce. “Abbiamo coinvolto tutti i panificatori – dicono l’assessore all’Artigianato e Commercio, Luca Renzi ed al Turismo, Cristina Verro – e molti operatori di altri prodotti tipici del territorio. Avremo rappresentanze di eccellenze di tipicità provenienti anche da altri centri della nostra provincia, come la Valle di Comino e la vicina Boville Ernica, e tutta la vetrina artigianale sarà sicuramente molto attrattiva per i visitatori”. Sarà un fine settimana anche all’insegna dell’intrattenimento con esibizioni da vivo da parte di artisti di strada, con l’Uomorchestra, nonché con suoni e balli della tradizione popolare, con i Trillanti ed i Bifolk. Tutto, quindi, all’insegna della massima tranquillità in un borgo medioevale che nell’occasione di presenterà ancora più accogliente per favorire i visitatori che saranno protagonisti insieme agli operatori artigiani che faranno rivivere, anche dal vivo con la presenza di forni in piazza, l’antico “sapore” della panificazione e l’atmosfera e bellezza delle vecchie botteghe, in una cornice medioevale davvero suggestiva.

 

Menu