Veroli: Viale Roma, una strada con tanti problemi mai risolti

La strada cittadina che conduce nella parte alta della città di Veroli, Viale Roma, viene percorsa ogni giorno da migliaia di macchine ma anche a piedi dai cittadini. Eppure nessuno aveva notato di un tratto assai pericoloso non solo quando piove per cui l’acqua si riversa tutta su di un lato e finisce oltre la cunetta quasi inesistente davanti alle abitazioni sottostanti. Viale Roma, che dal Monumento ai caduti conduce fino alla Rocca di San Leucio per poi proseguire per via valenzano non è una strada di poco conto perché è percorsa anche dai turisti, ci9 sonoi sono troppe cose da vedere, anche negative. Le case che insistono lungo la salita a destra della strada sono o erano dell’ ex IACP (case popolari), che un tempo furono assegnate, come sempre è successo ai benestanti, ma questa è un’altra storia. Adesso su quel tratto cittadino si è presentato un problema serio, perché a dividere la strada e le case sottostanti c’è da anni una recinzione da terzo mondo, la rete è satura e piegata i paletti di cemento al limite della resistenza e anche della decenza, sono prossimi a cadere (vedi foto) e causare danni gravi per gli abitanti di quelle case sottostanti. Noi abbiamo fatto questa segnalazione e con ogni probabilità adesso scatterà come sempre il problema delle competenze e delle responsabilità. Vale a dire: chi è che deve provvedere e la ripartizione delle spese, ma una cosa è certa, non c’è una persona che vigili su cose di questa importanza, e allora chiediamo: ma Veroli centro di chi è? Gli abitanti di quella zona cittadina in prevalenza sono persone anziane con poche risorse e possibilità di manifestare e di risentirsi. Per questo invitiamo la nuova amministrazione comunale a lasciare la luna di miele e i festeggiamenti e cominciare a lavorare per la città e i cittadini, quindi i responsabili, le persone preposte a tutelare gli interessi e la sicurezza di tutti sono pregati di farsi carico del problema e risolverlo al più presto. Né va’ anche dell’ onestà intellettuale, quella morale e perché no, anche quella politica. Non si può e non si deve rimandare o far finta di non vedere.

Redazione Veroli24Network

Menu