Vittoria meritata ma sofferta della Prima Veroli contro Trieste 67-59, ma serve soltanto per salvare la faccia e l’orgoglio.

In un Palas desolatamente vuoto si alza la palla a due per la sfida tra deluse del campionato di Legadue Veroli e Trieste, il primo canestro è degli ospiti da sotto di Filloy al quale risponde subito Jurevicus dalla media. Berti prende la responsabilità della regia verolana ma la zon press triestina mette in difficoltà le rimesse dei laziali che in tre occasioni sbagliano e regalano la palla agli avversari. Situazione di pick & roll per Marigney che si chiude con il canestro di Jurevicus, ma è il folletto Ruzzier la vera spina nel fianco della difesa ciociara e allora Marcelletti lo fa marcare dal giovanissimo Savo che lo tiene a debita distanza dalle plance. Sostanziale equilibrio fino alla fine del parziale con spinta finale degli ospiti che chiudono a + 5 lunghezze 15-20. Il secondo parziale comincia in salita per la squadra verolana che deve subire il tecnico dato a Marcelletti e due liberi per fallo su Filloy, due palle perse e qualche fischiata dubbia della terna arbitrale fanno volare Trieste Che si porta a + 10 il suo bottino  ma la Prima resiste e rientra in partita fino all’impatto di Carenza per il 27-27 che ridà ossigeno alle manovre di avvicinamento dei ciociari al canestro. Marcelletti fa sedere Marigney e si affida ancora al giovane Savo che gli da soddisfazione giocando bene nell’uno contro uno con Ruzzier troppo intraprendente. Jurevicus da sotto fa mettere nuovamente il muso avanti alla Prima, ma si gioca ancora punto a punto fino al riposo che vede le due squadre sul punteggio di 31-30 e stavolta i ciociari hanno saputo reagire ad un momento difficile e alle tre fischiate dubbie che hanno favorito in qualche modo la mini figa della squadra di coach Dalmasson. Si riparte e si nota subito che Marcelletti ha dato una bella registrata alla difesa, mentre in attacco le cose vanno meglio grazie all’inserimento di Carenza e Infante che in due occasioni fa canestro, riceve fallo e chiude il gioco da tre dalla lunetta e il Veroli fa le prove di allungo 41-32. Berti, Infante e Jurevicus difendono e prendono più rimbalzi dei primi due parziali, Marignay in due occasioni fa assist per il lungo italiano che segna da sotto e il punteggio ora è di 45-32. Dalmasson corre ai ripari e rimette dentro Filloy e Mescheriakov, Marcelletti tiene in campo Rossetti e Carenza per giocare la zona 2-3 . Trieste cerca il recupero che non arriva, finisce puree il terzo quarto con il + 11 di Veroli,  51-40. Gli ultimi 10’ sono di fuoco con Trieste che vuole recuperare il terreno perso e Veroli che tiene botta grazie alla difesa di Marigney e Berti, ma a 4’ dalla fine Veroli sembra perdersi e non trova soluzioni per fermare le folate a canestro degli ospiti che tornano a – 4, 55-51, arriva la tripla di Jurevicus che spacca le acque ma non è finita perché Filloy dalla lunetta fa 2/3 e Trieste rientra ancora una volta giocando però con le mani addosso. Ultimi 80’’ secondi di lotta sul parquet con gli ospiti ad una sola tripla di vantaggio, l’arbitro Attard ci mette ancora lo zampino fischiando un fallo a Rinaldi assai dubbio. Marigney sitraveste da superman e da solo va fino in fondo mettendo due punti che danno speranza, 63-59, Dalmasson chiama time out. Jurevicus dalla lunetta 2/2 con freddezza e la Prima Veroli vince la gara contro l’Acegas Trieste 67-59,  guadagna i due punti dell’orgoglio e già pensa al derby di domenica prossima contro Ferentino.

VEROLI: Stirpe ne, Battaglia ne, Savo, Jurevicus 19, Infante 5, Rinaldi 9, Carenza 11, Rossetti, Berti 5, Marigney 18. Coach Marcelletti.
TRIESTE: Coronica 2, Tonut ne, Ondo, Matrangelo 2, Ruzzier 2, Filloy 21, Diviach 8, Carra 9, Mescheriakov 12, Fossati 1, Gandini 2. Coach Dalmasson.
Arbitri: Rossi, Attard, Boninsegna.
Parziali: 15-20; 31-30; 51-40; 67-59.
Note: Veroli : tiri da due 18/35 – tiri da tre 6/18 – tiri liberi 13/19 – rimbalzi dif 29 off 12.
Trieste: tiri da due 18/34 – tiri da tre 3/22 – tiri liberi 14/22 – rimbalzi dif 19 off 9.
Gianni Federico

Menu