7 Febbraio 2014

Anche l’impianto del Polivalente è ormai abbandonato al suo destino

Prima di entrare nel merito del Polivalente, vorremmo ricordare che qualche tempo fa segnalammo la presenza, nelle entrate oltre le porte antiche della nostra città, di palazzi fatiscenti e opere non portate a termine da anni o male utilizzate che sono diventate purtroppo il biglietto da visita per i turisti, pochi per la verità, che con grande entusiasmo e curiosità vengono a visitare le nostre bellezze storico-artistiche. Da allora l’unica cosa indecente che è stata tolta dalla vista sono i cassonetti dell’immondizia che in molti casi erano rotti, nauseabondi e pericolosi, per il resto è rimasto tutto come prima, anzi in alcuni casi le cose sono peggiorate. Ci riferiamo alla zona di Porta Napoletana, di fronte al Piazzale della Filippina, dove oltre al parcheggio dei bus, a fianco sorge  ancora lo storico palazzo, si fa per dire perché mai ultimato perché c’è solo lo scheletro in cemento armato disgustoso, che è diventato ormai un reperto archeologico, poco distante un altro palazzo in via di ultimazione in vecchio stile molto bello per fortuna e di fronte il (povero) Polivalente, che ormai nessuno nota piu’ se non in casi particolari. Abbandonato a se stesso, guarda con un po’ di vanita, il morente  rudere della Scuola Valente, della quale ci siamo occupati una settimana fa, costruita durante la prima giunta Campanari. Quella struttura doveva prevedere un “auditorium” mai fatto ed essere usata per varie attività: sportive, culturali, e di spettacoli vari. Ma come succede in tutti i paesi, finche’ l’autore dell’opera è in carica, viene utilizzato per cercare almeno di giustificarne la validità’ della spesa, ma quando il titolare non è più in carica, il successore, chiunque esso sia e di qualsiasi colore politico,  quasi mai privilegia quello  che non è stato pensato dalla sua mente. IMG_0006Ecco perché quasi sempre ci ritroviamo strutture abbandonate a se stesse che diventano un peso. Trattandosi di impianto sportivo a Veroli è stato quasi naturale con il basket che da qualche anno è’ la risorsa primaria, dedicare la propria attenzione al palazzetto anziché a quel modesto impianto (non del tutto in regola) e in posizione centrale. Ma siccome le politiche e vedute miopi, non lungimiranti, basate su interessi personali, portano a quello a cui stiamo assistendo, quello che doveva essere il futuro sportivo di Veroli è defunto e pronto ad essere seppellito, il povero polivalente sta  dando ancora, anche se a fatica e con tanta sopportazione, ospitalità agli studenti del vicino Liceo e ai ragazzi (i pochi rimasti) del minibasket, che accompagnati dai genitori lo invadono la sera al buio creando pericolo e danneggiandolo fino alla prossima utilità gratuita. Che sia diventato un peso, lo dimostra il fatto che l’Amministrazione ha pensato di darlo in affitto a persone interessate ad utilizzarlo. Piu’ di qualche cittadino che negli anni, dal 1947 fino agli anni 80 cii andava a giocare per divertirsi senza impegno, ma anche con la scuola nella palestra demolita con sopra la terrazza dove si organizzavano serate di ballo rimpiange (forse per sincera nostalgia) quei tempi dove si vedeva del basket puro bello, nostrano  che ti coinvolgeva fino alla commozione non alla  cattiveria, tra quelle persone c’era qualche giovane che ora si trova dalla parte di chi non puo’ piu’ commuoversi per cose cosi’ lontane e nostalgiche. Abbiamo un sogno: avere la possibilita’ di gestirlo, per far ritornare alla mente dei giovani di oggi, che non molto tempo fa, in quell’impianto sono stati creati spettacoli e convegni che hanno richiamato migliaia di persone che poi non si e’ stati capaci piu’ di ripeterli forse perché c’e’ chi ha ritenuto che come per la mostra del “ferro battuto” si e’ preferito  i “Fasti Verulani ” in fondo  di “Cultura” e’ migliore quella che porta soldi senza “starci tanto a studiare su o no? Che ne pensate…. Salviamo il “Polivalente”! Potrebbe essere un nuovo inizio per la riqualificazione di Piazzale Vittorio Veneto  e dell’intero quartiere dove tra’ l’altro c’e il mMnumento che ricorda i nostri concittadini caduti per ideali  che noi abbiamo perso da tempo. IMG_0004Tanto per la cronaca c’è da segnalare anche che dalla parte sottostante alla sede ASL di Via Lucio Alfio la sera non si vede nulla perché la luce pubblica è scarsa, mentre nella abbandonata Scuola Valente ( a discapito delle coppiette) c’è molta luce e visibilità. Tutto questo alla faccia della spending review. Tanto come al solito come succede solo in Italia… paga sempre pantalone!

Franco Fiorini per la Redazione di Veroli24Network

ALATRI - Coronavirus: 13 nuovi casi nella Città dei Ciclopi

Gli attuali positivi salgono a 90. L'annuncio del Sindaco, Giuseppe Morini.

Sora, in ospedale parte la terapia intensiva. Vinciguerra: «Bella notizia. Ora rimbocchiamoci le maniche»

Augusto Vinciguerra - Lo storico medico del SS. Trinità e consigliere comunale felice: «Ecco le notizie belle che mi piace comunicarvi».

Il Comune di Isola del Liri e Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale sottoscrivono importante accordo

Il Rettore, Prof. Giovanni Betta: «L’Università di Cassino e del Lazio Meridionale cerca di stabilire contatti e collaborazioni con le realtà più importanti del territorio, e Isola del Liri è una di queste».

https://dermaclinics.net/

Roberto Burioni - Roberto Burioni condivide la linea del celebre immunologo statunitense: «La trasmissione da infettati asintomatici può essere responsabile di più del 50% dei contagi nei focolai di COVID-19. Bisogna portare sempre la mascherina in pubblico per ridurre l'infezione».

Coronavirus: oggi a Sora 36 nuovi casi. Salgono a 110 i negativizzati

Roberto De Donatis - Il video con le comunicazioni del Sindaco alla cittadinanza.

Coronavirus: oggi nel Lazio 1.963 nuovi casi, 242 in provincia di Frosinone

La ripartizione territoriale dei casi tratta dal bollettino divulgato dalla Regione Lazio.

28 Ottobre: tanti auguri a te...

Ecco con chi festeggiate il vostro compleanno se siete nati oggi.

Nicola Zingaretti: «Contagi da allarme rosso. Un giorno discuteremo di chi ha ridicolizzato le regole»

Nicola Zingaretti - Nicola Zingaretti, Governatore del Lazio e Segretario dem, punta il dito contro chi sosteneva che il virus fosse scomparso o di chi lo ritiene solo un’invenzione per controllare le persone. E aggiunge: «Ora nessuno deve essere lasciato solo. Il governo ha già predisposto un corposo pacchetto di misure».

SORA - Terapia intensiva: arrivano i macchinari! Benedetta D'Agostini: «Grazie a tutti coloro che hanno donato!»

La campagna GoFundMe "Aiutiamo la terapia intensiva di Sora", iniziata durante la prima fase della pandemia, ha dato i risultati sperati: la ASL ha acquistato apparecchiature necessarie.

Federico D'Inca: «Abbiamo risposto nella maniera più veloce. Nostro unico obiettivo proteggere gli italiani»

Federico D'Inca - Federico D'Inca spiega i dettagli del Decreto Ristoro: mobilitati 5 miliardi di euro.

CORONAVIRUS - Alberto Zangrillo: «60% persone in pronto soccorso sono codici verdi. Al momento non c'è il disastro»

Alberto Zangrillo - Lotta al Coronavirus, il prof. Alberto Zangrillo, primario dell'Ospedale San Raffaele sottolinea: «Abbiamo tutti il dovere di dare delle informazioni corrette»

È venuta a mancare Giuseppina Bruni

Si è spenta a Sora presso l'Ospedale SS. Trinità.

Froneri Academy: grande opportunità per 25 giovani della provincia di Frosinone senza occupazione

Froneri Academy - Froneri Academy: programma formativo promosso da Randstad per tecnici dell’industria alimentare presso lo stabilimento di Ferentino.

ALMANACCO SORANO - 28 Ottobre 1709: nel palazzo ducale di Sora nasce Pietro Gregorio Boncompagni Ludovisi

Secondogenito del VI Duca di Sora, Antonio I Boncompagni-Ludovisi, e futuro Duca "ex uxor" (Francesca Ottoboni) di Fiano.

ISOLA DEL LIRI - Contrasto alla povertà, le iniziative del Comune

«Il bando - dichiara il consigliere delegato ai Servizi Sociali Stefano D’Amore - è stato emanato al fine di sostenere le famiglie in condizioni di disagio, derivanti da inadeguatezza di reddito, difficoltà sociali e precarietà lavorativa».

SORA - Lotta al Coronavirus: emesse oggi le nuove ordinanze sindacali

Roberto De Donatis - Sulle scuole secondarie il Sindaco De Donatis precisa: «Siamo in attesa delle varie delibere dei Consigli d’Istituto. Con i Dirigenti Scolastici c’è massima collaborazione finalizzata ad incentivare comportamenti responsabili degli studenti durante lo svolgimento delle attività in didattica a distanza».

Spaccio di crack e cocaina: 9 persone colpite da Ordinanza di Misura Cautelare

Nel corso delle indagini i militari hanno verificato circa 900 episodi di spaccio.

Scomparsa Gabriele Cellupica: il cordoglio del Sindaco De Donatis

Roberto De Donatis - I funerali del 59enne, previsti per oggi, sono stati rinviati.

Mattia Lupo

Intervista a Mattia Lupo - Consigliere comunale di Broccostella.