28 Ottobre 2013

Ancora atti vandalici contro l’arredo urbano e quello privato, c’è l’urgenza di fermare quei delinquenti: a Veroli si vive più di notte che di giorno

Nonostante l’appello che abbiamo lanciato sabato scorso in un articolo segnalando diversi atti vandalici perpetrati da alcuni vandali forse già recidivi, perché sembra che siano persone conosciute  alle forze dell’ordine, quei balordi sono tornati nuovamente all’attacco nottetempo colpendo ancora una volta il Sarcofago che si trova alle spalle del Monumento ai Caduti di Piazzale Vittorio Veneto. Avevamo scritto che un cittadino, Emanuele Magliocchetti, portavoce degli abitanti di quel Piazzale di Viale Roma e di via della Civerta, il quale aveva provveduto a mettere in sicurezza e a delimitare con tondini di ferro e strisce rosse, il Sarcofago, per evitare che qualcuno si facesse del male, in attesa che chi di dovere facesse il resto e rimettesse tutto a posto. La notte scorsa qualcuno, sicuramente gli stessi imbecilli della bravata di sabato notte, sono tornati all’attacco e hanno smontando le barriere di sicurezza provvisorie, con i tondini di ferro si sono messi a  battere forte sulla lapide che si trova dietro al Monumento, forse per cercare di rovinarla o distruggerla del tutto, poi cantando e gridando sono entrati nella grande vasca che circonda il manufatto e vi hanno lasciato i tondini di ferro e le tavole messe a  protezione del Sarcofago. Non contenti se la sono presa con le lapidi che si trovano davanti al Monumento, ma lì dovrebbero esserci le immagini delle telecamere. Ma è mai possibile che a questa gente è permesso di fare tutto quello che gli pare?  Perché Polizia Locale e Carabinieri non provvedono ad organizzare dei controlli in varie ore della notte per poter scovare quella gente senza scrupoli? Un po’ di galera e qualche migliaio di euro di multa non gli farebbero male a quei pazzi scellerati.  Oltretutto con i loro schiamazzi e canti da ubriachi disturbano la quiete pubblica e oltretutto sono anche dei dementi,  perché usano le bottiglie di birra o altre bevande per fare il tiro al bersaglio disseminando vetri in ogni angolo. Sempre la scorsa notte, un’altra banda di balordi si resa responsabile di altri atti vandalici, si sono dedicati e divertiti a staccare e portare via alcune cassette della posta, una in particolare molto bella che la signora Giuliana ( il nome è di fantasia) aveva acquistato con sacrifici per via della pensione misera che prende, l’episodio l’ha fatta piangere. Quegli imbecilli dopo hanno preso a pedate gli sportelli dei contatori del gas e fatto scritte stupide, come loro, sui muri di via del Vescovado e di Piazzale Palestrina. Si prendano seri provvedimenti nei confronti di questi balordi che oltre alla educazione, non hanno ne patria ne ideali,  per questo il futuro per loro è precluso.

Gianni Federico

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.

https://tinbigu.com/

juggalo dating sites - L’imprenditore romano è un rookie del TCR Italy e dopo aver già disputato i primi tre round della stagione, gareggerà questo weekend sulla pista di Vallelunga passando al cambio sequenziale.

CORONAVIRUS - La Lattoferrina può essere utile per la prevenzione del Covid

Lattoferrina Coronavirus - La Lattoferrina ha dato ottimi risultati contro il Covid: una portentosa scoperta frutto dell'egregio lavoro di squadra condotto dalle università di Tor Vergata e La Sapienza.

Cerchi un bed and breakfast a Roma centro? Te ne consigliamo uno veramente centrale

Bed and breakfast Roma centro - Scegliere il luogo del proprio pernottamento romano è facile o complicato, dipende dai punti di vista, perché l’assortimento è così vasto che si rischia di andare in confusione.