30 Novembre 2013

Ancora una storia di degrado mai risolta nel centro storico della città

Che sia un’indecenza nessuno lo può negare basta guardare la foto che pubblichiamo. Stiamo parlando dell’ormai famoso “gabbiotto” ricavato a ridosso della roccia di Piazzale Vittorio Veneto, che in origine era l’ufficio e il deposito (piccolo) del gestore del distributore di carburante che insisteva sul Piazzale in questione, rimosso dopo anni di servizio per motivi di spazio ma soprattutto di sicurezza. Oggi è un lurido tugurio senza luce e senza manutenzione che viene usato per pochi giorni al mese per il rinnovo degli abbonamenti alle circolari che servono il territorio di Veroli. Ma come ci scrive il nostro amico Franco Fiorini:  “  Il problema non e’ solo la Signora che vi lavora, ma l’estetica, la visione, entri a Veroli e ti ritrovi quel mostro di fabbricato ricoperto di rami e robaccia varia; che dire? La politica e’ “rispetto” o “dispetto”?    Questa e’ la domanda che ci facciamo da sempre e che rivolgiamo a chi e’ responsabile del famoso “ gabbiotto “ di Piazzale Vittorio Veneto ( S.Martino per i verolani), dove solitamente ad inizio mese prende posto una signora che per conto della ditta di trasporti urbani “Reali Tour” rinnova gli abbonamenti. Noi d’altro canto abbiamo piu’ volte segnalato il degrado di quel manufatto, dell’impianto elettrico ormai andato a farsi friggere, pulizia neanche a parlarne, mai nessuna iniziativa per quel “gabbiotto”, nessuna risposta ai nostri appelli, tranne qualcosa che si è mossa solo dopo il nostro ultimo intervento dell’inverno scorso, ma i risultati sono stati degni di chi non ha alcun interesse a risolvere il problema, infatti e’ stata staccato, da parte del Comune, il contatore dell’energia elettrica, per cui da allora in poi per riscaldarsi la signora addetta agli abbonamenti usa una semplice stufa a gas (con tutti i suoi problemi) che la aiuta a non soffrire piu’ di tanto il freddo. Ma la storia non finisce con la stufa a gas perché chi è riuscito ad entrare in quel “gabbiotto” si è reso consapevole che sono aumentati i problemi in termini di odori nauseabondi, di umidita’ e tante altre cose. Che il problema sia politico, lo dimostra il fatto che essendo di proprieta’ del Comune, nessun amministratore, dico nessuno, nonostante  le varie segnalazioni fatte nel corso degli anni, pur vedendo peggiorare la situazione con rischi per tutti, ha pensato bene di esporsi, mettendoci la faccia e spiegare perché non si vuol far niente per risolvere il problema. Forse perché e’ il cittadino a chiederlo e un amministratore non puo’ correre dietro le emozioni, le sensazioni e i desideri di ognuno? O perché come abbiamo gia’ ricordato in altre occasioni, la sicurezza e la dignita’ vale solo per alcune persone?  Ormai siamo vicini all’inverno, interventi non ce ne saranno ne ora né mai, il problema e’ l’inutilità di quel fabbricato e allora perché non usare un po’ di fantasia e trovare un modesto e dignitoso posto nelle vicinanze, dove l’addetta agli abbonamenti deve stare per pochi giorni e poche ora al mese? Attualmente, il rimedio porterebbe il solo “voto” di chi vi lavora, ma potrebbe invogliare anche le persone che vi si recano. .Forza cari amministratori, arriva il Natale, fate i bravi e per quella data trovate un posto dove chi vi lavora possa regalare un sorriso a chi vi si reca…Siamo, nonostante tutto, fiduciosi! “. Come sempre attendiamo qualche risposta concreta dal palazzo comunale per dare magari buone notizie sulla vicenda che ci pare un tantino grottesca, visto che un intervento a quella struttura non dissanguerebbe le casse comunali e ridarebbe vita e decoro al Piazzale.

Redazione Veroli24 Network

 

 

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
https://www.theaffordablehealthcarecenter.com/

citas imss por internet veracruz - Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

citas imss por internet veracruz - Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.

CORONAVIRUS - La Lattoferrina può essere utile per la prevenzione del Covid

Lattoferrina Coronavirus - La Lattoferrina ha dato ottimi risultati contro il Covid: una portentosa scoperta frutto dell'egregio lavoro di squadra condotto dalle università di Tor Vergata e La Sapienza.