28 Febbraio 2012

Atletico Boville: due vittorie che fanno ben sperare

Boville – Che settimana quella passata per il Boville di mister Franco Perilli ! Dopo il colpaccio esterno in casa del Monterotondo è arrivato domenica un’altra pesantissima vittoria contro il quotatissimo PortoTorres. Il Boville infatti si è imposto nuovamente per uno a zero grazie stavolta ad una rete ancora una volta di un difensore. Dopo Matrisciano, a regalare la vittoria al Montorli è stato l’altro centrale difensivo Ciafrei. «Una vittoria bellissima e meritatissima – le impressioni a caldo di mister Perilli – sono soddisfattissimo di come hanno interpretato la gara i miei giocatori. Ora dobbiamo assolutamente continuare su questa squadra. Certo che adesso sembriamo essere un’altra squadra, giochiamo bene e corriamo. Ma la differenza principale sta invece esclusivamente nel fatto che adesso ho tutti i giocatori a disposizione. Cosa che fino a due settimane fa invece avevo difficoltà anche nel comporre la panchina. E poi finalmente non siamo più ultimi, la salvezza è ancora lunga ma non vederci più li in fondo è già cosa importante». La squadra è apparsa in netta crescita soprattutto dal punto di vista atletico. Praticamente dominato il PortoTorres atleticamente nei primi sessanta minuti di gioco. Ora la squadrà cercherà di trovare il quarto risultato utile consecutivo ( dopo due vittorie ed un pareggio ) Domenica prossima in Sardegna contro il Budoni. In generale per quel che riguarda invece il girone G di Serie D, la giornata appena passata ha denotato lo stop di tutte e tre le formazioni in cima alla classifica ( Salerno compreso ). Ad inizio stagione qualcuno pronosticava infatti un Salerno con la promozione in tasca già a febbraio ed effettivamente, se la squadra di Perrone non avesse deluso in questo frangente di stagione, le inseguitrici si sarebbero già concentrate sul secondo posto. Alla prova incolore della compagine salernitana, superata dall’umile Civitavecchia, fanno eco invece le pesanti sconfitte delle squadre deputate ad insidiare il primato blugranata. Marino, Budoni e appunto PortoTorres con il Boville che cadono nelle rispettive trasferte e ‘graziano’ la capolista, rendendo chiara la trama di questo campionato: il tutt’altro che entusiasmante Salerno rimane in vetta non per meriti propri ma a causa dei demeriti delle dirette concorrenti. Per il resto delle gare giocate si conferma, invece,squadra casalinga il Selargius che continua a racimolare punti al “Porcu”. Questa volta a cadere sotto le grinfie dell’undici di mister Fadda è il Sora, sconfitta di misura in una sfida sostanzialmente equilibrata. Chiudono questa ventiquattresima giornata, i pareggi maturati sul campo dell’Astrea, dove il Pomigliano strappa un punto che può solo far morale, e a Genzano dove Cynthia e Anziolavinio si dividono con uno 0-0 un punto d’oro in chiave salvezza. Pari a reti bianche anche nell’anticipo tra Sant’Elia e Palestrina.

 Andrea Mastrantoni

LOTTA AL CORONAVIRUS - Salvini rende note le 6 proposte della Lega al Governo

La Lega e i suoi amministratori propongono anche un Cts (Comitato Tecnico Scientifico) alternativo a quello del governo Conte.

Tirocini curriculari in ambasciate e consolati: possibilità di fare domanda fino al 30 Ottobre

Una magnifica opportunità per studenti di età non superiore ai 28 anni e iscritti ai corsi di laurea magistrale o a ciclo unico.

COMUNICAZIONE POLIZIA DI STATO: false email dell'INPS, attenzione!

Assolutamente non cliccate il link riportato nel messaggio di posta elettronica.

27 OTTOBRE: tanti auguri a te…

Un giorno speciale da festeggiare in compagnia di personaggi speciali.

https://www.drkruschinski.com/

I programmi di oggi, Martedì 27 Ottobre 2020, in 1a e 2a serata sui principali canali televisivi italiani.

Ordine Farmacisti Frosinone: tutti i nomi del nuovo Consiglio Direttivo

Riccardo Mastrangeli è stato confermato all’unanimità Presidente dell’Ordine.

«Ciao Giova'...». Il doloroso saluto di Buschini al suo portavoce stroncato dal Covid

«Ciao Giova’ - scrive il Presidente del Consiglio Regionale - stavolta non è il saluto della mattina, questa volta è pieno di dolore, di incredulità».

Coronavirus: grande cordoglio per la scomparsa di Giovanni Bartoloni

Aveva 51 anni. Lascia la moglie e un bambino. Era il portavoce di Mauro Buschini in Regione.

Coronavirus: il bollettino nazionale

I dati di Lunedì 26 Ottobre elaborati dal Ministero della Sanità e diffusi dalla Protezione Civile.

Ci ha lasciato Gabriele Cellupica

Si è spento a Frosinone, presso l'Ospedale F. Spaziani.

Coltellata improvvisa, operaio salvo per miracolo e trasportato in PS a Sora

La prontezza di riflessi ha evitato al giovane una ferita più seria.

Coronavirus: oggi nel Lazio 1.698 casi positivi, 125 in provincia di Frosinone

La ripartizione territoriale nel consueto bollettino divulgato dalla Regione Lazio.

Sora24 SPORT del Lunedì

Argomenti della puntata: esordio in campionato della Vis Sora, sconfitta in casa dal Vallemaio; sospensione dei campionati dilettantistici per emergenza Covid.

Coronavirus: oggi a Sora 33 positivi su circa 340 tamponi

Roberto De Donatis - Le comunicazioni del Sindaco alla cittadinanza relativamente al DPCM emesso oggi dal Governo.

Coronavirus: oggi nel Lazio 1.541 positivi, 249 in provincia di Frosinone

Ancora una volta la nostra provincia è la prima per numero di contagi dopo Roma. Ma nel Lazio il rapporto tra i tamponi e i positivi rimane al 7%, metà della media nazionale.

Ci ha lasciato Giuseppe Cristini

Si è spento a Sora presso la RSA San Camillo.

LOTTA AL CORONAVIRUS - Tamponi pediatrici e per adulti: dove e quando farli la prossima settimana

L'appello della ASL FROSINONE: «Fermare questa ondata è nelle mani di tutti i cittadini e nel loro comportamento di tutti i giorni. Siamo riusciti a ridurre l’ondata una volta, ne usciremo di nuovo, con l’impegno di tutti».

Coronavirus: oggi 40 positivi in più a Sora

Roberto De Donatis - Giornata da bollino rosso. Da Lunedì tamponi tutti i giorni (sabato compreso) al drive del SS. Trinità.

FROSINONE - Ottaviani: «Assurdo non fare tamponi la domenica, il Covid non si prende pause»

Il Sindaco del capoluogo: «Perché distinguere i giorni feriali da quelli festivi, quando di festivo non è rimasto ormai nulla?»