17 Gennaio 2014

E alla fine forse il ” Cine Sala Trulli ” non chiude più

In riferimento alle notizie apparse sui quotidiani negli ultimi giorni, in merito alla chiusura del Cinema Trulli di Veroli, l’Amministrazione Comunale precisa quanto segue: “Alla data odierna, la società che gestisce il cinema Trulli di Veroli – la L.I.P., Lazio Pubblicità Intrattenimento srl di Latina, non ha fatto pervenire alcuna comunicazione in merito alla chiusura delle attività della sala cinematografica. Le ultime corrispondenze avute tra l’Ente comunale e la suddetta società risalgono al mese  di ottobre 2013, riguardanti il completamento della pratica che la L.I.P. stava predisponendo per presentare richiesta di contributo alla Regione Lazio al fine di accedere a finanziamenti agevolati per il passaggio al digitale. Il Comune di Veroli, anche in tale circostanza, ha agevolato, per quanto di competenza e nel rispetto nei modi e termini stabiliti dalle norme vigenti in materia di pubblico spettacolo, la definizione della pratica che la L.I.P. ha presentato alla Regione Lazio. Dagli articoli pubblicati dalla stampa, sembrerebbe invece, che il Comune di Veroli sia fattore della eventuale chiusura del cinema Trulli che, oltre alla forte contrazione degli spettatori, avrebbe risentito anche della mancanza di supporto da parte dell’Ente comunale. Tali strumentalizzazioni l’Amministrazione non le accetta e le rimanda integralmente al mittente. Il cinema a Veroli è stato riattivato grazie ad ingenti investimenti sostenuti dal Comune che hanno consentito in questi anni di avere sul territorio il cinema e di creare sue posti di lavoro. Personale a cui il lavoro non è stato dato per chissà quali meriti o perché avessero chissà quali esperienze o professionalità  specifiche del settore, ma solo grazie all’impegno di amministratori locali che hanno sensibilizzato in ogni modo il gestore a reperire in loco la manodopera. Tutto ciò viene dimenticato e, anzi, il personale – che è bene ricordare è stato impiegato per sette anni – strumentalizza non poco sul futuro del cinema a Veroli.  Il Comune di Veroli non ha rapporti con il personale del gestore del cinema. L’Ente ha rapporti con la società che gestisce il cinema Trulli e tali rapporti sono regolati con apposito protocollo d’intesa e sono stati orientati da sempre a rendere funzionale il servizio. In tutti questi anni, l’impegno del Comune è sempre stato fondamentale ed indispensabile per il mantenimento del cinema a Veroli. Ci siamo caricati oneri per garantire anche il mantenimento dei livelli occupazionali che, altrimenti, da anni sarebbero stati tagliati. “Grazie al Comune di Veroli ed agli oneri da esso sostenuto – conferma Gianfranco Sciscione, responsabile della L.I.P. – abbiamo garantito un prezzo basso al cinema di 5 euro. La collaborazione è stata sempre massima tra Comune e gestione. Se si arriverà alla chiusura sarà solo per motivi di mercato perché gli incassi sono davvero esigui e non consentono di andare avanti perché non coprono le spese”. Il Comune, dunque, non può essere fattore di crisi del cinema di Veroli. E nemmeno potrà diventare il gestore delle struttura alle attuali condizioni, anche del personale. La Pubblica Amministrazione non ha facoltà di assorbire unità lavorative senza pubblico concorso. La crisi delle sale cinematografiche come quella di Veroli è certamente da trovare altrove (multisala, servizi di pizzeria e ristorazione annessi, come pure spazi giochi per bambini, etc.). Servizi questi che solo l’imprenditoria privata potrà dare con investimenti propri. Tali precisazioni sembravano opportune in quanto, ripetiamo, alla data odierna il gestore del cinema Trulli, non ha formalizzato all’Ente comunale alcuna volontà di chiudere l’attività”.

Ufficio Stampa Comune di Veroli

 

Guarcino rinasce: entro il 2025 si trasferiranno in paese 200 coppie di pensionati, studenti, artigiani e imprenditori

Il progetto si chiama “Guarcino 2025” è stato ideato dal presidente della Società Italiana di Cardiologia Geriatrica.

FROSINONE - Commemorazione defunti, le disposizioni del Comune

Il civico cimitero, come di consueto, sarà aperto dalle 7 alle 16.30 ma con le dovute precauzioni anti Covid.

CORONAVIRUS - Altra giornata da bollino nero nel Lazio: oggi 2.246 nuovi casi, 268 in provincia di Frosinone

Oltre 25 mila i tamponi effettuati. D'Amato preoccupato lancia l'allarme: «Bisogna evitare tutte le occasioni di contatto che non siano strettamente necessarie».

Arrestato 47enne dopo rocambolesco inseguimento notturno

Carabinieri in azione la scorsa notte.

https://gorgoncreations.com/volleyball-dating-site/

http://ozyasociados.com/ - «Sul territorio della provincia di Frosinone il Superbonus ha prodotto, come confermano i dati Unioncamere-Infocamere, un incremento di 55 aziende nel settore edile»

Gianluca Quadrini: «La ASL di Frosinone protegga medici, infermieri e ausiliari. Caos colpa del Governo Conte»

Gianluca Quadrini - Secondo il presidente del gruppo provinciale di Forza Italia «La riapertura delle discoteche e il via libera alle vacanze estive ha prodotto una circolazione incontrollata del virus».

CORONAVIRUS - Terapia intensiva, i 5 Stelle chiedono "chiarimenti" a Zingaretti su posti e ventilatori

http://ozyasociados.com/ - «Dei 240 ventilatori ricevuti - spiegano i pentastellati - ne risultano impiegati solo 176 e non si ha notizia degli altri 64. Sarebbe gravissimo se giacessero inutilizzati da oltre sei mesi».

Miriam Diurni incontra Antonio Pompeo in Provincia a Frosinone

Miriam Diurni - Miriam Diurni, nuova nuova Presidente di Unindustria Frosinone, ha incontrato il Presidente dell'Amministrazione Provinciale.

Violento terremoto 7.0 tra Grecia e Turchia: immagini impressionanti

Terremoto Turchia - Terremoto Grecia Turchia: crolli di palazzi, si temono persone sotto le macerie.

Ristorante mostra l'incasso zero alla chiusura del locale. «Mio caro presidente, ti racconto una storia...»

Una testimonianza della grave difficoltà del momento per tutti coloro che gestiscono un locale.

Guido Bertolaso: «Lockdown per un mese o a metà Novembre saremo come a Marzo»

Guido Bertolaso - Guido Bertolaso, ex capo della Protezione Civile lancia l'allarme: «In estate si è perso tempo, prima l'epidemia riguardava Veneto e Lombardia, ora abbraccia tutta l'Italia».

È venuta a mancare Anna Maria Mancini

Si è spenta a Sora presso la propria abitazione in via Pantano 35.

Matteo Bassetti "rilancia": «Questo virus non sparirà neanche con il vaccino. Non arriveremo più alla normalità totale»

Matteo Bassetti - Dopo 6 mesi il Prof. Matteo Bassetti, infettivologo genovese, conferma ciò che pensava ad Aprile: «Il Covid continuerà a "farci compagnia" per molto tempo».

Coronavirus: oggi a Sora 15 nuovi casi. I negativizzati salgono a 117, gli attuali positivi sono 214

Roberto De Donatis - La maggior parte dei positivi sono asintomatici e isolati presso il proprio domicilio.

Sergio Costa: «Stop vendita e uso anche a bicchieri di plastica usa-e-getta oltre che posate, piatti e cannucce»

Sergio Costa - Sergio Costa, Ministro dell'Ambiente, inoltre precisa: «La battaglia che sto combattendo dal primo giorno non è contro la plastica in generale, ma contro quella usa e getta, è un controsenso innaturale».

Coronavirus: oggi nel Lazio 1.995 nuovi casi, 184 in provincia di Frosinone (11 ricoveri)

La ripartizione territoriale dei dati tratta dal bollettino divulgato dalla Regione Lazio.

«Ciao Rocché, grande lavoratore, stimato collega, ma soprattutto AMICO»

Il ricordo dei colleghi sulla pagina Facebook dello store Expert Lucarelli di Sora, dove il sorriso di Rocco c'era sempre e per tutti.

CORONAVIRUS - 13enne positivo dorme in auto per non contagiare la famiglia

Vive con la famiglia (5 persone) in una stanza con bagno, un'abitazione troppo piccola per garantire il suo isolamento. Il papà ha passato le notti accanto al veicolo per sorvegliarlo.

Francesco Boccia (PD): «Chiusura locali dettata da stringenti esigenze di emergenza sanitaria nazionale»

Francesco Boccia - Francesco Boccia, Ministro per gli affari regionali e le autonomie: «La difesa della salute è prioritaria. Sosteniamo il lavoro di medici e infermieri. No a chi aggira le regole».