24 Dicembre 2013

E’ di nuovo Natale: sotto l’albero troveremo pacchi regalo con brutte sorprese, ma la speranza di rinascita è possibile

Ancora un altro Natale! E per fortuna che arriva ogni anno e per qualche giorno ci rende tutti un po’ buoni facendoci dimenticare le angustie quotidiane. Gli anni passano, sono passati anche per me, che di governi nazionali e locali ne ho visti tanti, ma tutti uguali e tutti con un solo obiettivo da raggiungere, quello di non dare nessuna speranza per un vivere migliore mentre per chi li guida e ne fa parte solo privilegi. Non è giusto, come non è giusto che l’attuale governo stia facendo carte false per non farci capire nulla del suo operato.  Sotto l’albero troveremo tanti pacchi dono, ma cominciamo a scartare e vedrete quante sorprese! La stangata sulla casa ad esempio, un balzello che anche nel nuovo anno continuerà ad angosciare il sonno dei proprietari di abitazioni pagate con il sudore. Il nuovo tributo, lo IUC, sembra uno starnuto, si articolerà su due voci distinte: la Tasi (tassa sui servizi indivisibili) e la Tari (tassa sui rifiuti). In un altro pacco regalo esce ancora una volta il duo Monti-Fornero.  Si, quei due tecnici geniali che misero su quella riforma delle pensioni (ci sono incappato anche io), che ha sprovvisto di tutele centinaia di migliaia di esodati, senza lavoro e senza pensione, insomma, ne carne ne pesce! Bene, continuate a scartare i pacchi! Quel genio incompreso di Enrico Letta, si il premier benedetto da Napolitano, nella legge di stabilità ha pensato bene di inserire il nuovo bombardamento di tasse per gli artigiani (ma dove sono più gli artigiani?), per pagare i poveri esodati. Pensieri e parole di Pulcinella!  E il pacco regalo delle bollette? Cercate di non aprirlo perché dentro ci sarà un nuovo salasso e le accise più alte per benzina, gasolio e gpl. Un vero bancomat per tutti governi. Quel mostro di legge sulla stabilità poi, quella che una volta veniva chiamata finanziaria per capirci, al suo interno nasconde un trucco, quale? Nella manovra di fine anno ci sono finite agevolazioni alle lobby: banche e assicurazioni, la stabilità per i precari e aiuti a pioggia al sud. Qualche esempi: un milione e mezzo per l’assunzione di nuove guardie forestali, sei milioni per l’Istituto Italiano per gli studi filosofici di Napoli e due milioni per la lavorazione delle bucce dei limoni in Sicilia. Tra qualche giorno tremila detenuti andranno a spasso, Abbiamo aperto le porte agli immigrati, non professionisti o gente che ha bisogno di lavoro (che non c’è), ma delinquenti comuni, stupratori, ladri e approfittatori. Il signor Letta vuole cambiare la Bossi-Fini e il sistema di accoglienza e come gran finale la cittadinanza a tutti, con l’introduzione dello Ius Soli.  Nel prossimo pacco  regalo c’è anche una patrimoniale, diciamo poco nascosta, perché il fisco sta mirando sui risparmi e le tasse sono vicine ai 18 miliardi. Evviva! Del governo centrale ci sarebbe altro da dire , non basterebbero tutte le colonne del nostro giornale. Voglio accennare qualcosa, non tutto, di quello locale che ci tocca più da vicino. Va tutto bene?  Basta farsi una camminata in città, desolatamente vuota anche sotto le feste, un certo movimento lo si è visto con le iniziative che commercianti, pro loco e comune hanno organizzato per Natale, per il resto dell’anno solo e soltanto desolazione. Veroli si è svuotata delle istituzioni più importanti e dei servizi più essenziali (banche, posta ecc.), ma manca soprattutto la gente, quella che  dovrebbe entrare nei negozi, quella che fa aumentare le vendite e quindi muovere  l’economia, ma anche quella che riempie le strade, i vicoli, quella insomma che rende la città più movimentata e allegra.  Da cinquanta anni a questa parte non si è parlato  più di edilizia popolare e c’è bisogno estremo di nuove abitazioni , quella privata ha costruito, senza successi eclatanti, nelle  contrade lontane dal centro storico. Veroli, oltre al centro storico, è frammentata in tante piccole realtà che negli anni si sono sempre più allontanate fra esse e la perdita di tempo a cercare di gestirle ha creato un ritardo di almeno trenta anni nel cammino verso il futuro. Questo Natale già me lo immagino che sarà di disperazione per molta gente. Il pensiero va a chi lo passerà nelle corsie degli ospedali, a chi ha bambini o parenti colpiti da malattie gravi, a chi non avrà i soldi per fare regali ai propri figli, a chi non potrà fare cene e pranzi dignitosi, a chi è solo disperato e abbandonato, a chi ha da poco iniziato la battaglia contro malattie gravi, a chi è senza lavoro.  Allora voglio ancora una volta affidarmi alla magia del Natale, non una  festa per vecchi e bambini fatto di panettoni e regali inutili e superflui, ma per tutti coloro che ancora coltivano una speranza di rinascita civile, sociale, economica. Chi ha bisogno e vive nelle difficoltà possa incrociare sul suo cammino qualcuno che lo aiuti e lo sostenga, anche solo con un braccio, qualcuno che ridia speranza per il futuro e negli altri. Quella  rinascita di cui parlavo  non costerebbe niente ma  gioverebbe a tutti. Basta volerlo, ma tra questi bei propositi purtroppo c’è di mezzo la politica e i suoi intrallazzi, i suoi servi, i suoi portaborse e gli approfittatori, ma soprattutto quella politica ha una dialettica che non riusciamo più a comprendere. Forse è per questo che mi affido al Natale, non si mai, i miracoli a volte succedono.  Auguri a tutti!

Gianni Federico

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
SPONSOR

Come vivere tre giorni da sogno nella Città Eterna spendendo una cifra ragionevole senza rinunciare alla qualità del soggiorno.

CORONAVIRUS

Disposizioni emergenza COVID-19: nuova valanga di multe dei Carabinieri

Ancora troppa gente in giro, ancora una valanga di multe. Questa volta sono stati sanzionati cittadini di: Amaseno, Anagni, Morolo, ...

CRONACA

Sora, 01/04/2020: il mio pensionamento (di Augusto Vinciguerra)

La storia di una vita professionale trascorsa fra passione ed affetto per gli altri. Lo storico medico anestesista-rianimatore dell'Ospedale SS. ...

CORONAVIRUS

Coronavirus, la situazione a Sora: tre nuovi casi "positivi"

Sono tre donne di 56 anni, 76 e 83 anni. I contagiati complessivi salgono a 31, 5 dei quali sono guariti. Le comunicazioni del Sindaco, ...

CORONAVIRUS

Coronavirus: 18 nuovi "positivi" e un decesso oggi in provincia di Frosinone

Il direttore sanitario della Asl è risultata positiva, negativo, invece, il direttore generale.

CORONAVIRUS

Emergenza Coronavirus: il Sindaco di Sora spiega alle famiglie in difficoltà come ottenere i fondi straordinari

Roberto De Donatis invita i nuclei che hanno problemi economici a farsi avanti: «Non ci si deve vergognare poiché si è ...

CORONAVIRUS

Ci ha lasciato Francesco Cervelli

Si è spento presso l'Ospedale "SS. Trinità" in Sora.

CORONAVIRUS

Coronavirus, il bollettino nazionale di oggi: 1.109 guariti e altri 837 deceduti

Il numero totale di contagiati ufficialmente riscontrati dall'inizio dell'epidemia è arrivato a 105.792 unità, mentre ieri era ammontava a 101.739. Ecco tutti i ...

CORONAVIRUS

FROSINONE - Coronavirus e didattica a distanza: ecco le somme precise assegnate a tutte le scuole della provincia

Scuola per scuola, ecco tutti i fondi erogati dal Governo per favorire lo sviluppo di piattaforme digitali. Ilaria Fontana: «La ...

CORONAVIRUS

ROMA - Il bollettino dello Spallanzani: scendono ancora i ricoverati

Continua il trend di aumento del numero delle dimissioni in parallelo ad un minor numero di ricoverati Covid-19 positivi.

CORONAVIRUS

ISOLA DEL LIRI - Emergenza Coronavirus: attivato conto corrente per aiutare le famiglie bisognose

In questi giorni Isola del Liri si sta dimostrando e confermando una Comunità dotata di grande sensibilità. Le telefonate e ...

EXTRA

"Viva l'Italia": il nuovo singolo di Andrea Cianfarani

La musica è una poderosa ancora di salvezza in tempi difficili come quelli che stiamo vivendo. «Questo video - spiega l'autore ...

EVENTI

Per tutti i bambini parte da Ceccano il contest "COLORAVIRUS"

L'idea nasce per dare risalto alla capacità espressiva e creativa dei bambini in questo periodo di attuale di forzata permanenza ...

CORONAVIRUS

Coronavirus: 169 nuovi "positivi" nel Lazio. Trend in calo, ma guai ad abbassare la guardia

Le misure messe in atto per contrastare il virus stanno dando i risultati sperati, ma è presto per cantare vittoria. Ecco ...

CORONAVIRUS

Coronavirus: tornano a salire i "nuovi" positivi. Oggi altre 727 deceduti e 1.118 guariti

Tutti i numeri forniti dal Ministero della Salute attraverso il Dipartimento di Protezione Civile.

CORONAVIRUS

Il COVID-19 colpisce anche la Asl di Frosinone, ma il Dott. Lorusso resta a "combattere" in prima linea

Il Direttore Generale non molla dopo la positività al Coronavirus del Direttore Sanitario, dott.ssa Patrizia Magrini. «Voglio però ribadire ...

CORONAVIRUS

Coronavirus: i casi totali nel Lazio salgono a 3.264, i deceduti a 169

Ecco tutti i numeri aggiornati al termine della giornata odierna.