26 Novembre 2012

Fiorini si sfoga sulla questione Fonte Peticosa: un’altra incompiuta! (di Gianni Federico)

Ci scrive ancora il nostro lettore, il sindacalista Franco Fiorini, il quale ci segnala un’altra situazione incresciosa che si trascina da anni a Veroli, è la storia della Fonte Pedicosa, ubicata in Località Casalotto a poche decine di metri dal Poligono Nazionale e a tre chilometri dal centro storico. La Fonte, da sempre, ha fornito acqua potabile riconosciuta come terapeutica, infatti il prezioso liquido che arriva dalla sorgente posta a monte sembra abbia le stesse proprietà di quella di Fiuggi. Anni fa, dopo che le varie amministrazioni comunali avevano rilasciato la licenza ad alcuni costruttori per la realizzazione di alcuni agglomerati di case e villette a schiera, si era sparsa la notizia che lungo il percorso, dalla sorgente fino alla Fonte in questione, si erano depositati vari detriti, alcuni pericolosi, che rendevano l’acqua non più potabile. Da allora per la verità non sono state mai fatte delle analisi appropriate e la Fonte era caduta nel dimenticatoio. Qualche anno fa la decisione da parte dell’amministrazione comunale di intervenire per effettuare lavori di bonifica e manutenzione del piazzale della Fonte e del circondario. Ma Franco Fiorini ci scrive: <Ormai ci avviamo alla stagione invernale e sulla Fonte Peticosa possiamo gettare un velo pietoso. E’ il secondo anno che ne parliamo da quando sono stati tolti tutti i tavelloni e il tabellone dei lavori pubblici, vi e’ rimasto soltanto un segnale e la fontana come la si vede, in stato di abbandono totale. I soldi del progetto sono stati utilizzati o come al solito non sono bastati ? La pavimentazione che pure era prevista non e’ stata realizzata, per quale motivo? C’e stata la forzatura di qualche persona del luogo che va’ con il cingolato ad attingere l’acqua per uso e consumo privato o c’e’ dell’altro? Ma la domanda che si rivolge al Sindaco e ai suoi amici dell’amministrazione è la seguente: perche’ ancora una volta i lavori non sono terminati e i soldi non utilizzati bene? A Veroli ormai sta diventando una abitudine, non sarebbe il caso, anche per fugare ogni dubbio ed evitare critiche, una volta per sempre ci si abituasssse a rispondere ai cittadini che pagano le tasse e i loro stipendi, anziche’ lanciare qualche proclama ogni tanto, che poi restera’ tale? Vi preghiamo, salvate la Fonte Peticosa, o meglio usate i soldi che avevate previsto per il rifacimento, evitate di prenderci in giro, ne va’ ancora una volta della vostra credibilita’ dato che almeno in teoria ci avete messo la faccia. Assessore ai lavori pubblici non aspettare i soldi dalla regione…spesso ci si ferma per rivedere i costi, ma quelli necessari erano stati finanziati, quindi si devono solo completare i lavori per il bene della Peticosa e il rispetto (soprattutto) dei cittadini che pagano le tasse alla scadenza, altrimenti vengono “multati”>. Questo lo sfogo di Fiorini che sicuramente non ha tutti i torti a lamentarsi per una vicenda che forse con un pò di buona volontà si potrebbe risolvere definitivamente. Tra l’altro il sito della Fonte Peticosa potrebbe essere un deterrente per fare cassa (si pensi ad un chiosco comunale per bibite e panini o altro) ma soprattutto un luogo dove la comunità verolana andrebbe a passare qualche ora di relax in ogni stagione, con la famiglia e con gli amici.
Gianni Federico

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
SPONSOR

Tra i 27 premiati anche Guglielmo Mollicone, il caro papà di Serena. Appuntamento alle 18 nella Sala Conferenze della XV Comunità Montana "Valle del Liri".

SPONSOR

Tutti i numeri di un anno magnifico nell'intervista all'amministratore unico, dott. Ennio Mancini, ed al Direttore, Orlando Pizzuti.

SPONSOR

Il 2019 è stato l'anno delle conferme e degli obiettivi raggiunti per l'azienda che si occupa di assistenza familiare.

SPONSOR

Promozione valida fino al 13 Dicembre 2019.