4 Novembre 2012

La cronaca della partita di basket Veroli-Brescia (di Gianni Federico)

Una partita che dirà la verità sulle effettive forze di entrambe le squadre,  Veroli e Brescia, con soli 4 punti in classifica, una gara che alla fine è  stata vinta dai lombardi che hanno giocato meglio con più intensità e voglia di  punti. I laziali  scendono in campo con Hunter, Jurevicus, Infante, Walker,  Carenza, i lombardi rispondono con Fernandez, Jekins, Giddens, Barlos, Brkic.  La palla a due è roba di Brescia che con Fernandez manovra a canestro ma la  difesa verolana libera e poi sbaglia l’attacco, i lombardi prima con Fernandez  con la tripla poi con Giddens da due firmano un break di 5-0, rimediano Hunter  e Infante (4-8) dopo 5’ di gioco. Marcelletti da indicazioni ai suoi troppo  lenti e prevedibili, Jurevicus dalla lunetta fa ½, poi Carenza in pick & roll  non chiude e commette fallo su Fernandez che rimette da lato scarica per   Giddens che si alza da tre (5-14), Veroli soffre anche le penetrazioni di  Jenkins e Barlos, Marcelletti chiama time out perché qualcosa non funziona e  avanza lo spettro della maledizione casalinga. Ancora Giddens da tre e Brescia  vola a + 17 (7-24), intanto Hunter ne mette due e arriva anche la tripla di  Walker che mitiga il gap. Il parziale finisce 14-24 dopo i liberi di Rinaldi.  Veroli torna a segnare due punti dopo 3’ di gioco mentre Brescia allunga con i  canestri di Fernandez  e Giddens che portano gli ospiti al + 17 (17-34).  Jurevicus non gioca bene il pubblico lo becca, lui risponde e sono fischi, la  panchina chiama time out per calmare gli animi, punteggio (21-34), mentre  Brescia continua a martellare il canestro ciociaro con Stjkov e Jenkins, ci  pensa Walker dalla lunetta 2/2 a rimediare e siamo (25-37), poi Veroli difende  bene e riparte con Walker che con una buona transizione mette la tripla, nell’ azione dopo l’americano  commette fallo per i tiri dalla lunetta di Stojkov (29- 39), ma i laziali adesso sono più reattivi, Hunter si alza da tre per il – 7 di  Veroli (32-39) a 2’ dal riposo, il solito Giddens spara la bomba, Walker  ne  mette due  e si va al riposo lungo sul punteggio di  34-44.

I verolani hanno  tirato con il 56% da due 10/18 e con il 29% da tre 2/7. I bresciani invece con  il 50% da due 6/12 e con il 47% da tre 9/19. Terzo parziale molto importante  per l’economia della gara che è ancora saldamente nelle mani degli ospiti  biancoazzurri, Marcelletti tiene a rapporto i suoi perché subiscono troppo le  ripartenze degli uomini di Martelossi, ma non basta perché i lombardi sono  veloci e precisi a centrare il ferro , mente i verolani sbagliano troppo e  perdono palle importanti. L’ex birkic fa male da sotto ma Hunter mette la  tripla, Lombardi dalla media non sbaglia nell’azione dopo il folletto Walker  infila la sua seconda bomba e siamo (40-48). Quelli della Leonessa fanno troppe  giocate in campo aperto perchè i ciociari sono lenti e non difendono, il solo  Hunter riesce a scavalcare la difesa avversaria e penetrare a canestro, ma  coach Martelossi alza i centimetri con le torri Cuccarolo e Brkic che sotto le  plance fanno la differenza.  Si chiude anche il terzo parziale con gli ospiti  in vantaggio di 11 lunghezze, 50-61. Bello il duello tra i picoli Walker e  Stjkov, si accende anche la lotta sotto canestro tra Cuccarolo e Rinaldi,  Diggens con la tripla in faccia ad Hunter, (54-67) arriva la bomba di Jurevicus  per il – 10, coach Martelossi  chiama time out quando mancano 5’ alla fine.  Jurevicus da due in penetrazione, nel possesso Giddens lo imita (59-69), Veroli  torna a – 7 ma Brkic con la tripla smorza le speranze giallorosse, time out per  i ciociari che ora tenteranno tutte le soluzioni per riacciuffare la partita.  Tutto però risulta inutile perché continua la maledizione delle gare  casalinghe, i giallorossi  soffrono la terza sconfitta consecutiva fra le mura  amiche con il punteggio di 80-82. Una nuova sconfitta come quella subita dall’ altra squadra ciociara in terra siciliana, la FMC Ferentino che  ha perso  contro Barcellona con il punteggio di 97-83. Settimana amara dunque per le  squadre laziali che ora si leccano le ferite profonde e dovranno fare molte  riflessioni sul loro futuro nel campionato di Legadue, che nel frattempo  sta  mostrando parecchie nuove realtà, come la Biancoblù Bologna di coach Salieri   prima in classifica che oggi riposava.

VEROLI: Hunter 23, Stirpe ne, Battaglia ne, Savo ne, Jurevicus 20, Infante 4,  Walker 20, Bruttini 5, Rinaldi 6, Carenza, Rossetti, Berti 2. Coach  Marcelletti.  BRESCIA: Fernandez 13, Stojkov 2, Lombardi ne, Loschi ne, Jenkins 13,  Stagnati, Dalovic, Cuccarolo, Giddens 25, Vinati ne, Barlos 12, Brkic 15. Coach  Martelossi.   Arbitri: Ursi, Beneduce, Paglialunga.  Parziali: 14-24; 34-44; 50-61; 80-82.

Gianni Federico

LOTTA AL CORONAVIRUS - Salvini rende note le 6 proposte della Lega al Governo

La Lega e i suoi amministratori propongono anche un Cts (Comitato Tecnico Scientifico) alternativo a quello del governo Conte.

Tirocini curriculari in ambasciate e consolati: possibilità di fare domanda fino al 30 Ottobre

Una magnifica opportunità per studenti di età non superiore ai 28 anni e iscritti ai corsi di laurea magistrale o a ciclo unico.

COMUNICAZIONE POLIZIA DI STATO: false email dell'INPS, attenzione!

Assolutamente non cliccate il link riportato nel messaggio di posta elettronica.

27 OTTOBRE: tanti auguri a te…

Un giorno speciale da festeggiare in compagnia di personaggi speciali.

https://parjustrec.com/

I programmi di oggi, Martedì 27 Ottobre 2020, in 1a e 2a serata sui principali canali televisivi italiani.

https://czerwonaszpilka.pl/

Riccardo Mastrangeli è stato confermato all’unanimità Presidente dell’Ordine.

«Ciao Giova'...». Il doloroso saluto di Buschini al suo portavoce stroncato dal Covid

«Ciao Giova’ - scrive il Presidente del Consiglio Regionale - stavolta non è il saluto della mattina, questa volta è pieno di dolore, di incredulità».

Coronavirus: grande cordoglio per la scomparsa di Giovanni Bartoloni

Aveva 51 anni. Lascia la moglie e un bambino. Era il portavoce di Mauro Buschini in Regione.

Coronavirus: il bollettino nazionale

I dati di Lunedì 26 Ottobre elaborati dal Ministero della Sanità e diffusi dalla Protezione Civile.

Ci ha lasciato Gabriele Cellupica

Si è spento a Frosinone, presso l'Ospedale F. Spaziani.

Coltellata improvvisa, operaio salvo per miracolo e trasportato in PS a Sora

La prontezza di riflessi ha evitato al giovane una ferita più seria.

Coronavirus: oggi nel Lazio 1.698 casi positivi, 125 in provincia di Frosinone

La ripartizione territoriale nel consueto bollettino divulgato dalla Regione Lazio.

Sora24 SPORT del Lunedì

Argomenti della puntata: esordio in campionato della Vis Sora, sconfitta in casa dal Vallemaio; sospensione dei campionati dilettantistici per emergenza Covid.

Coronavirus: oggi a Sora 33 positivi su circa 340 tamponi

Roberto De Donatis - Le comunicazioni del Sindaco alla cittadinanza relativamente al DPCM emesso oggi dal Governo.

Coronavirus: oggi nel Lazio 1.541 positivi, 249 in provincia di Frosinone

Ancora una volta la nostra provincia è la prima per numero di contagi dopo Roma. Ma nel Lazio il rapporto tra i tamponi e i positivi rimane al 7%, metà della media nazionale.

Ci ha lasciato Giuseppe Cristini

Si è spento a Sora presso la RSA San Camillo.

LOTTA AL CORONAVIRUS - Tamponi pediatrici e per adulti: dove e quando farli la prossima settimana

L'appello della ASL FROSINONE: «Fermare questa ondata è nelle mani di tutti i cittadini e nel loro comportamento di tutti i giorni. Siamo riusciti a ridurre l’ondata una volta, ne usciremo di nuovo, con l’impegno di tutti».

Coronavirus: oggi 40 positivi in più a Sora

Roberto De Donatis - Giornata da bollino rosso. Da Lunedì tamponi tutti i giorni (sabato compreso) al drive del SS. Trinità.

FROSINONE - Ottaviani: «Assurdo non fare tamponi la domenica, il Covid non si prende pause»

Il Sindaco del capoluogo: «Perché distinguere i giorni feriali da quelli festivi, quando di festivo non è rimasto ormai nulla?»