26 Ottobre 2013

La “Movida” non è per divertirsi ma solo per procurare danni all’arredo urbano: occorrono seri controlli da parte delle forze dell’ordine

La banda dei balordi ha colpito ancora una volta e nottetempo stavolta se la sono presa con il sarcofago  ( nella foto) che fa bella mostra di se da diversi anni alle spalle del Monumento ai Caduti di tutte le guerre che si affaccia maestoso nel Piazzale Vittorio Veneto. Non ha un valore inestimabile quel sarcofago, forse più affettivo,  ma sapere che qualcuno si è preso la libertà di rovinarlo o in qualche modo di profanarlo fa venire molta rabbia.  L’opera di distruzione ci è stata segnalata da Emanuele Magliocchetti, il rappresentante di zona tra Viale Roma e Largo della Civerta, che in mattinata si è accorto del danno che il Sarcofago aveva subìto, ha subito scattato delle foto e avvisato gli uomini della polizia locale che arrivati sul posto hanno potuto constatare l’ingente danno perpetrato da quella  banda di balordi ignoranti.  Quella zona, come diverse altre di Veroli centro, è stata sempre un obiettivo sensibile scelto da gente di pochi scrupoli che di notte  ( mai di giorno perché non hanno coraggio, oppure più semplicemente perché non hanno birra,  liquori o droga in corpo ), non avendo lavoro, ma non vanno neanche a trovarlo, oppure per pura e semplice noia si divertono, si fa per dire, a rompere, spaccare, diveltere  e  sporcare tutto.  Non c’è ragione per dissuaderli tanto le telecamere occhiano soltanto il piazzale per cui quello che succede dietro al Monumento è tutto lecito. Inutile dire che i controlli dei carabinieri, della polizia e della polizia locale  termina alle otto di sera ( chissà perché poi ) e dunque dopo quell’orario la città di Veroli è come il Far West, per fortuna senza  sparatorie. La zona in questione dopo la costruzione del parcheggio sovrastante, che è stata un’ottima idea, è diventata terra di nessuno, eppure il comune di Veroli aveva provveduto a fornirla di panchine e staccionate e abbellirla con una serie di lampioni andati completamente distrutti, si era provveduto a fare viali tra gli alberi con aiuole e fiori dove le mamme potevano portare i loro figli a giocare indisturbati. Invece adesso quel posto è irriconoscibile, li si fa di tutto: coppiette che fanno il loro comodo e anche di più, escrementi animali e anche umani, siringhe,  stracci,  pezzi di panchine distrutte, fiori e piante umiliati. C’è dell’altro ma basta così perché viene il magone a raccontare certe schifezze!  A quando una bonifica di quell’angolo con controlli e telecamere, ma soprattutto a quando la individuazione e conseguente punizione esemplare per quei quattro zozzoni che non avendo ne arte ne parte, ma solo una grossa quantità di imbecillità? Adesso va di moda la Movida Notturna, sarebbe opportuno invece che tornasse nuovamente la “ movida”  delle forze dell’ordine , come una volta, quando l’ordine e la disciplina erano valori che si rispettavano.

Gianni Federico

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
https://www.drkruschinski.com/

neue leute kennenlernen potsdam - Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

neue leute kennenlernen potsdam - Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.