12 Gennaio 2014

L’Angelico Biella si inchina allo strapotere della GZC Veroli che vince 88-65 e conserva la seconda piazza

GZC VEROLI:  Sanders 20, Cittadini 10, Rossi, Tomassini 4, Samuels 16, Giammò 12, Ondo Mengue, Blizzard 18, Casella 3, Carenza 5. All. Ramondino

ANGELICO BIELLA:  Murta 2, Chillo 8, Raspino 16, Laganà 5, Infante 2, Lombardi 3, Berti 3, Voskuil 6, De Vico 3, Hollis 16. All. Corbani.

Arbitri: Borgo, Nicolini, Gasparri.

Parziali: 26-11; 47-28; 64-41; 88-65.

Frosinone- Dopo la brillante vittoria in casa della Sigma Barcellona Pozzo di Gotto in terra siciliana, la Gruppo  Zeppieri  Costruzioni Veroli affonda anche l’Angelico Biella e rinsalda la seconda  posizione in classifica. La palla due è roba di Veroli che però sbaglia la prima azione a canestro, Sbaglia anche Biella, i laziali ripartono e vanno a segno con Cittadini con il gancio. Comincia una  danza indiavolata sotto le plance ma è Veroli che esce alla grande con una difesa che costringe Biella al limite dei 24’ e con un attacco esplosivo, prima Casella poi Sanders due volte mettono tre bombe di quelle che che piegano le gambe, quelli dell’Angelico accusanop un break  di 15-0. Ancora buona difesa di Veroli, Rossi per Tomassini, arriva la bomba di Giammò e termina il primo parziale sul punteggio di 26-11. Si riparte ma Biella è nervosa e comincia a giocare con le mani addosso cercando anche la bagarre, i giallorossi non si fanno intimidire e cercano sempre il canestro con Sanders  e Cittadini.  Momento di spettacolo con tre rimbalzi offensivi dei giallorossi, Carenza, Samuels e Blizzard nell’ordine, solo Raspino e Hollis tengono in vita gli ospiti piemontesi con due penetrazioni forzate. Giammò si alza da tre, nel possesso prende ancora la palla e da solo va ancora da due, Hollis con la tripla, azione successiva Samuels  va in penetrazione riceve un antisportivo da Chillo, 2/2 dalla lunetta e rimessa Veroli che va ancora a canestro con Blizzard sulla  sirena del riposo. Punteggio che premia ancora la squadra ciociara 47-28. Il terzo parziale si apre con Hollis che ne mette due, Raspino assai nervoso con l’antisportivo su Samuel che dalla lunetta fa 2/2 palla a lato e Veroli riparte ma c’è il mastino Hollis che commette due falli consecutivi. Una combinazione formidabile della premiata ditta USA,  Samuel- Sanders, strappa applausi. Biella perde palla e Tomassini  scarica per Cittadini che va in schiacciata, 55-32 è il massimo vantaggio, arriva la timida risposta dell’Angelico che sbaglia con l’ex Berti, nel rimbalzo Laganà ne mette due. Una magia di Tomassini lancia Samuel a canestro, coach  Corbani chiama time out mentre il pubblico è tutto in piedi per i giallorossi. La tripla di Carenza dall’angolo chiude il terzo parziale con il punteggio di 64-41, accompagnata dai tamburi di guerra degli ultrà. Ancora 10’ di speranza per la squadra piemontese che però è costretta ancora ad inseguire i laziali, Sanders in penetrazione segna e riceve fallo, l’americano chiude il gioco da tre, Ramondino rimanda in campo lo scattante Giammò che si presenta con una bomba , il Palas per poco non viene giù perché Veroli tocca il nuovo vantaggio della gara 77-48, intanto Ondo mengue sostituisce  Rossi che va in panca per un piccolo disturbo al ginocchio. Veroli affonda ancora con Blizzard, quelli di Biella perdono la testa e ne nasce una lite furibonda tra Samuel e Hollis, si mischia anche l’ex Infante che fino a quel momento aveva solo fatto lavoro sporco, qualche altro giocatore si stuzzica in campo e gli arbitri rifilano due tecnici agli ospiti dell’Angelico. Il tempo rimanente, circa 1’34, è solamente basket spettacolo della GZC Veroli che batte 88-65 Biella e rimane saldamente seconda in classifica a quota 22 appiccicata alla capolista Trento. Domenica prossima si viaggia verso Napoli per una inedita sfida contro  l’ex coach Cavina.

Gianni Federico 

Foto basket veroli

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
SPONSOR

Tutti i numeri di un anno magnifico nell'intervista all'amministratore unico, dott. Ennio Mancini, ed al Direttore, Orlando Pizzuti.

SPONSOR

Il 2019 è stato l'anno delle conferme e degli obiettivi raggiunti per l'azienda che si occupa di assistenza familiare.

SPONSOR

Promozione valida fino al 13 Dicembre 2019.