4 Ottobre 2013

Reportage sulla storia infinita del Palazzo Diamanti, un immobile ormai diventato inutile

Il nostro amico Franco Fiorini è andato in giro ad espletare un servizio riguardante una palazzo che insiste sulla piazza omonima e molto  importante nella parte alta del centro storico verolano. Una struttura che da anni è fatiscente e pericoloso per la comunità, visto che continuamente restituisce, sassi, detriti di intonaco, parti di finestre e persiane e pezzi di tegole. Palazzo Diamanti, questo il nome dell’immobile, che fu lasciato dal proprietario ad una Comunità di Suore, che nel tempo poi cambiò residenza. Da allora sono passati oltre 60 anni, quel palazzo è rimasto desolatamente abbandonato fino a quando qualche decennio fa il comune lo acquistò, lasciandolo però ancora nell’incuria e il tempo non ha fatto altro che peggiorare la situazione. Lo stesso comune di Veroli due anni fa pensò bene di vendere l’immobile all’Ater, che doveva farne uso per costruire appartamenti popolari ma…campa cavallo! Franco Fiorini ci scrive: – “Come anticipato invio la foto fatta di recente del Palazzo Diamanti sito nell’omonima piazza. Le notizie sul suo destino d’uso non arrivano più e non capisco perche’ a suo tempo il comune di Veroli comprò oppure acquisì di diritto quell’immobile sul quale nel tempo si sono alzati polveroni di polemiche. Rivenderlo all’Ater? A parte il fatto che per quell’immobile non si trovavano investitori ma mi chiedo e chiedo: perche’ non ne hanno mai parlato in via ufficiale facendo cadere il tutto nel vuoto come al solito? Staremo a vedere, il tempo è galantuomo e ci dirà quanto poco lo erano gli amministratori. Aggiungo che l’acquisto è stato un “bluff” per intascare qualche euro, in quel sito non si e’ visto piu’ nessuno, il palazzo cade a pezzi, i pericoli aumentano, manutenzioni varie zero e l’Ater?  Ma se quell’ente non ha neanche gli occhi per piangere! Di Stefano ha finito il mandato e ora è arrivato Ciotoli ex politico di Ceccano di sinistra che viene a dare il cambio al precedente solo per visibilità e non per altro. Dunque la lunga storia di quell’edificio è la seguente: di proprieta della famiglia Diamanti poi passato alla Comunità di Suore, poi lasciato e acquistato dal comune ma non si è  mai saputo quale uso doveva farne, due anni circa  girato o venduto all’Ater e anche in questo caso non si sa’ per farne cosa, si disse per appartamenti popolari ma ancora è li fermo insieme a tutte le altre case fatiscenti, diroccate e pericolose del centro storico, mai “censite” da nessuno, non si conoscono i proprietari i discendenti, assenti o defunti. Gli amministratori hanno pensato bene di liberarsene in questo modo, aggiungendolo a quelli esistenti. L’Ater è una cosa ormai astratta, che cos’è,  che fa’?  Uno dei tanti carrozzoni per politici in pensione o vicini ad essa. Le ultime case dell’Ater  50 anni fa in via Passeggiata San Giuseppe e ai Cavoni poi zero di tutto”. – Osservazioni che non fanno una piega sulle “piaghe” di tante case e palazzi fatiscenti e abbandonati che invece se ristrutturati e messi in vendita o in affitto farebbe lievitare le presenze di cittadini residenti nel centro storico ormai vuoto da anni per una politica scellerata che non ha badato agli interessi e alla  crescita della città, ma soltanto a vuoti e sciocchi giochi politici.

Gianni Federico

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
Peste bubbonica: nuovo allarme dalla Cina

peste bubbonica - Un bimbo di tre anni ha contratto il morbo nel sud del Paese.

Napoli, bambino si lancia dal decimo piano e muore. Aveva appena 11 anni

Napoli bambino - Il Dramma intorno alla mezzanotte nella zona di Mergellina.

4 Ristoranti di Alessandro Borghese a Frosinone. Quali saranno i locali partecipanti alla trasmissione?

more - Alessandro Borghese è stato avvistato stamani a Frosinone con il suo Peugeot Traveller.

https://cabanasdelires.com/

Bando di concorso - Banca d'Italia seleziona 30 laureati in ingegneria e statistica per assunzioni a tempo indeterminato. Candidature online entro il 27 ottobre.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Lattoferrina Coronavirus - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.