23 Ottobre 2013

Sul civico cimitero interviene Franco Fiorini che lamenta lacune ma fornisce suggerimenti

La situazione del cimitero secondo Franco Fiorini, tra cappelle da vendere e loculi in costruzione, è in pieno caos. All’amico Fiorini abbiamo chiesto perché si lamenta della situazione in cui versa il civico cimitero di Veroli e che tipo di anomalie ha potuto riscontrare facendo alcune foto che ci ha inviato: “ A prescindere dal fatto che le cappelle sono tutte da ultimare, una incombenza che toccherà naturalmente ai reali acquirenti, soprattutto nelle rifiniture e negli arredi interni questo è chiaro”. – E allora perché si lamenta, che ci trova di strano in questo? – “ Lo spiego subito, perché mi chiedo il motivo di questa scelta dopo anni che quell’ area dove ora sono state costruite le cappelle in parte e’ stata data a tutti quelli che volevano costruirne una da privati, ma senza un criterio lineare, una uniformita’ e una logica. Stesso discorso per i loculi, costruiti a piu’ riprese dal comune, con gli stessi criteri descritti per le cappelle”. –  E allora, che soluzioni propone per uscire da questa situazione, magari suggerendo qualcosa all’amministrazione verolana senza polemiche. –  “ Oggi ci ritroviamo altri fornetti da poco terminati in quella irraggiungibile palude la definisco io, che dovrebbero accogliere un numero di bare tre o quattro volte superiore, messe da anni in affitto o dislocate in vari punti del cimitero, per le cappelle invece bisognerà attendere l’acquisto da parte di famiglie sicuramente benestanti perchè con i tempi che corrono non so’ quante saranno quelle disposte a pagarle e rifinirle”. –  Dunque la situazione attuale è questa, ma non mi sembra proprio disagevole, forse lo è il fatto che ancora si occupano loculi già acquistati dai cittadini per ospitare quelli che vengono a mancare in questo periodo. –  “ Anche quella è una situazione che ha dell’incredibile perché si potevano trovare altre soluzioni meno difficili, come per esempio cercare loculi di gente morta 100 anni fa e della quale non ci sono neanche più gli eredi, questa è una delle tante soluzioni ad esempio. Ma una situazione più aggiornata riguardante il cimitero, dove i poveri defunti, in attesa del 2 novembre, quasi si vergognano di essere visitati, sperando che tutti i parenti o i conoscenti in vita riescano a rintracciarli. I cittadini non hanno piu’ argomenti rispetto a questo problema” – Per quale motivo? – “ Per il semplice motivo che piu’ si segnalano problemi e piu’ vengono, volutamente forse, disattesi da chi ha la responsabilita’ di vigilare e far funzionare quella istituzione ma che invece non ha mai proferito parola o giustificazioni e oggi la realta’ e’ questa”. –  Quale situazione? – “ Si sta’ pulendo intorno e dentro la struttura cimiteriale come accade ogni anno per la prossima ricorrenza del 2 novembre, poi tutto torna alla loro normalita’ che per loro significa abbandono fino all’anno prossimo. E’ sempre stato così!”. – E allora lei cosa suggerisce a chi di dovere! – “In vita si ricorre, per un posto di lavoro o altro, alle raccomandazione, i nostri poveri defunti purtroppo non possono farlo e allora spero che ognuno di noi si faccia interprete delle loro esigenze sperando che qualche amministratore, ricordandosi che la’, nella città delle fotografie come la chiamava mio padre, ci andremo tutti e che per questo gli rivolga un po’ piu’ di attenzione. In ogni caso, saranno i tanti visitatori che frequenteranno il cimitero nei primi giorni di novembre, per la ricorrenza appunto della festa dei Santi e dei defunti, a dare un giudizio piu’ reale e meno “emotivo” del mio. Mi auguro di sbagliare, ma….! “. – Come sempre se qualcuno dell’amministrazione comunale volesse replicare, specificare e chiarire, il nostro giornale Veroli24 Network è a disposizione di tutti.

Gianni Federico

Per contattare la nostra Redazione puoi scivere a redazione@ciociaria24.net o telefonare al Numero Verde 800-090501.
CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

https://papercoachme.com/ - Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e gli altri" su Cusano Italia TV.

Nicola Guida debutta a Vallelunga sulla CUPRA della Scuderia del Girasole

Nicola Guida - L’imprenditore romano è un rookie del TCR Italy e dopo aver già disputato i primi tre round della stagione, gareggerà questo weekend sulla pista di Vallelunga passando al cambio sequenziale.

Barbados diventerà una Repubblica e invita tutti a passare lì i prossimi 12 mesi in smart working: intervista alla Dott.ssa Marsha Alicia Straker

Barbados smart working - La governatrice generale di Barbados ha annunciato che l'isola caraibica diventerà una Repubblica entro fine 2021, dopo 55 anni dalla sua indipendenza.

Trova clienti gratuitamente con Google My Business

Google My Business - Google My Business è uno strumento gratuito per gestire la tua presenza online su Google, inclusi Ricerca e Maps.

CORONAVIRUS - La Lattoferrina può essere utile per la prevenzione del Covid

https://papercoachme.com/ - La Lattoferrina ha dato ottimi risultati contro il Covid: una portentosa scoperta frutto dell'egregio lavoro di squadra condotto dalle università di Tor Vergata e La Sapienza.

Cerchi un bed and breakfast a Roma centro? Te ne consigliamo uno veramente centrale

Bed and breakfast Roma centro - Scegliere il luogo del proprio pernottamento romano è facile o complicato, dipende dai punti di vista, perché l’assortimento è così vasto che si rischia di andare in confusione.